ULTIM'ORA

Siracusa: Pippo Zappulla e Simona Princiotta su proposte Legge di Stabilità e bilancio Comunale


Princiotta - Zappulla Siracusa TimesNews Siracusa: temi importanti sono stati trattati, questa mattina, durante una conferenza stampa,  da Pippo Zappulla e dalla consigliera comunale del Pd, Simona Princiotta. Nel corso dell’incontro con la stampa, l’onorevole Zappulla ha rilasciato anche una dichiarazione sul bilancio del Comune. Argomento successivamente approfondito dalla Princiotta che ha chiarito il contenuto di alcuni dei suoi emendamenti.

“Una legge di stabilita’ con più sviluppo, più lavoro, più tagli alle tasse sul lavoro. Si sblocchi finalmente il rimborso dei contributi del sisma 90. Le bonifiche, il risanamento ambientale, la lotta contro i miasmi, lo sviluppo industriale ecocompatibile siano una priorità del governo”.

Sono queste le prime dichiarazioni di Zappulla che ha poi proseguito: “in queste settimane si stanno discutendo nel parlamento italiano provvedimenti di estrema importanza per il Paese ma anche per il nostro territorio. Ritengo, pertanto, utile e oserei dire doveroso dare informazione di alcune delle iniziative più rilevanti che sto assumendo alla Camera a tutela e sostegno del mio territorio e comunità. Intanto, quasi preliminarmente, voglio ribadire  – prosegue Zappullala straordinaria importanza della convenzione siglata il 7 novembre al Ministero dei trasporti e delle Infrastrutture per la realizzazione di un’opera viaria davvero strategica e storica dell’intera Sicilia. Parlo della cosiddetta Ragusana, ovvero il raddoppio della ss 194  che collega Catania e Ragusa attraversando gran parte della zona nord della provincia di Siracusa. Quasi il 70% dell’opera infatti tocca i territori di Lentini, Carlentini e Francofonte. 900 milioni circa di investimenti , tra risorse pubbliche e private, per una infrastruttura fondamentale per la sicurezza dei cittadini, per l’economia e per le attività commerciali e imprenditoriali, per evitare di allungare il triste e drammatico elenco di vittime innocenti in una arteria tristemente conosciuta come “ la strada della morte”. Un’opera che potrà dare una consistente boccata d’ossigeno al mondo dell’edilizia e delle costruzioni per un settore che piu’ di altri sta pagando un prezzo gravissimo alla crisi. Entro il prossimo anno si dovranno aprire i cantieri per impegnare alcune migliaia di lavoratori per diversi anni: e per evitare tempi morti e lungaggini, insieme ad altri parlamentari del pd e di altri schieramenti, manterrò altissima la vigilanza controllando – posso dire quotidianamente –  che tutti i decreti e passaggi siano realizzati e concretizzati senza pause e silenzi.

In secondo luogo – afferma Zappullala mia soddisfazione crescerà se l’emendamento presentato alla Legge di Stabilità dal sottoscritto, dall’on. Berretta e da altri parlamentati del partito democratico   sarà approvato per mettere finalmente una parola di giustizia e di certezza del diritto sul rimborso dovuto dei contributi del sisma 90. L’agenzia delle Entrate, infatti, continua a sostenere che le istanze che intende prendere in considerazione sono solo quelle presentate entro il mese di Marzo 2005 8ovvero due anni dopo l’approvazione della specifica legge), mentre è stato accertato e conclamato da decine di sentenze ( e dalla giurisprudenza consolidata quattro anni dopo l’ultima proroga alla legge stessa) che la scadenza utile è ben oltre. L’emendamento sposta al mese di marzo del 2012 la data ultima per la presentazione delle istanze sia per i lavoratori che per le Imprese chiudendo in tal modo una delle pagine piu’ incredibile di ingiustizia a danno di migliaia di contribuenti. Stiamo parlando di circa 8.000 lavoratori siracusani e di alcune centinaia di imprese che sono stati trattati come figli di un dio minore ( diritto che condividiamo con una parte di Catania e di Ragusa).Nel frattempo abbiamo già già chiesto al Governo di sollecitare la competente commissione europea per il parere al ricorso sul presunto aiuto improprio dello Stato alle Imprese essendo evidente che di puro rimborso si tratta. Voglio dirlo pubblicamente : per il valore economico e concreto che la vicenda ha per tantissime famiglie ma anche per il rispetto che si deve a intere comunità, qualora non dovesse essere accolto l’emendamento, sono pronto a non votare la legge di stabilità. Ricordo al proposito di avere già presentato una proposta di legge peggiorativa per lo Stato che altrimenti chiederò con la forza che occorre venga portata alla valutazione del parlamento“.

Il terzo tema toccato da Zappulla è legato alla Legge di Stabilità. L’onorevole ha dichiarato: “presenterò un Ordine del Giorno per impegnare il Governo sulle opere di bonifica, sulla definizione di un nuovo piano di risanamento e riqualificazione ambientale, per rafforzare insieme alla regione la rete di controlli sulle emissioni e sui miasmi rispondendo così alle preoccupazioni legittime e sacrosante dei cittadini di Priolo, Melilli Augusta e Siracusa. Presenterò un ordine del giorno perché la legge esiste, gli accordi già siglati, le intese pure, sono state individuate financo una parte significativa delle risorse ma non si riesce a sbloccare i piani e i progetti. In particolare chiederò al Ministero per l’Ambiente di accelerare la definizione del nuovo progetto per la bonifica della rada di Augusta e di Istituire una cabina di regia permanente con Regione Siciliana, Le Istituzioni Locali e forze sociali per seguire ogni passaggio e azione necessaria e utile“.

Prosegue Pippo Zappulla: “sono stati presentati, inoltre, diversi altri emendamenti da solo e insieme ad altri parlamentari sui temi rilevanti della scuola pubblica, dell’edilizia scolastica, sul personale ata e sul variegato mondo del precariato.  Sui temi generali intendo citarne solo uno: ed è quello di evitare il taglio drastico e letale delle risorse per i patronati. Considero, infatti, i tagli previsti dalla legge di stabilità drammatici perché mettono davvero a rischio una servizio sempre più capillare, diffuso, variegato per intere comunità. La rete dei patronati rappresenta ormai luogo di erogazione di servizi fondamentali, spesso presidi di democrazia per i pensionati, i lavoratori, i precari, artigiani, commercianti e famiglie. Tagliare radicalmente le risorse può mettere in discussione questi servizi, scaricando sulle strutture pubbliche carichi insopportabili di lavoro, mettendo a serio rischio migliaia di lavoratori e professionalità consolidate. Ho condiviso pertanto una forte richiesta e un emendamento alla legge di stabilità per rivedere queste scelte e tagli”.

Colgo l’occasione – aggiunge Zappullaper ribadire la mia posizione, assunta insieme da diversi parlamentari del pd, critica nei confronti della delega lavoro e la necessità di apportare significative modifiche e miglioramenti.  Giusta la volontà di contrastare il precariato, estendere gli ammortizzatori sociali, riformare i servizi per l’impiego, incentivare le assunzioni di giovani e disoccupati. Ma per raggiungere questi fondamentali obiettivi ritengo che lo spirito deve essere quello della estensione dei diritti, della ripresa degli investimenti e interventi radicali di riduzione delle tasse sul lavoro. La delega lavoro va quindi migliorata a mio avviso in diversi punti ed ho sottoscritto emendamenti sul controllo a distanza, demasionamento, statuto dei lavoratori, ammortizzatori sociali ed altro ancora. Più in generale giudico negativamente il disconoscimento del ruolo dei copri di rappresentanza sociale: la necessità di rinnovamento e di rigenerazione riguarda tutti i soggetti della società comprese le forze sociali e sindacali; ma la storia democratica di questo paese consegna le migliori e più difficili riforme realizzate insieme ai lavoratori e non contro”.

Zappulla conclude: “infine considero il bilancio del comune di Siracusa di grande rilievo per l’intera città e per l’intera comunità perché segnerà il livello dei servizi sociali, la qualità della vita, il sistema delle tariffe e delle imposte locali, lo stesso vivere civile e sviluppo della città. La mia attenzione rimane quindi alta e seria. Non entrerò certo nel merito dei singoli punti ma sulla necessità di apportare modifiche importanti alla proposta di bilancio elaborato dalla giunta comunale. Meno esternalizzazioni, meno consulenze, meno avventure immobiliari e più risorse per i servizi, per le politiche sociali, per migliorare la qualità della vita, più risorse per andare incontro alla crescente povertà e al disagio sociale dirompente. Le vecchie e nuove povertà sono infatti, insieme alla disoccupazione giovanile e femminile, la prima grande emergenza anche di Siracusa“.

E’ il turno della consigliere comunale del Pd, Simona Princiotta che parla dei suoi 400 emendamenti per un Bilancio  più equo, più giusto con più risorse per le politiche sociale e per i siracusani che soffrono.

Sono convinta – afferma la Princiotta – che il bilancio comunale elaborato dalla giunta comunale meriti di essere migliorato e perfezionato in molti sui articoli e capitoli. Per rispondere alle esigenze di crescente bisogno e indigenza di fasce sempre piu’ larghe di popolazione, per politiche sociali inclusive, per un uso piu’ oculato delle sempre minori risorse a disposizione, per una città a misura di famiglia. Ho, in tal senso, preparato una serie di emendamenti che peraltro ricalcano fedelmente tanti identici presentati dal partito democratico nella precedente legislatura a partire da  molti che portavano proprio la firma dell’attuale Sindaco Garozzo”.

Dal momento in cui credo – continua la consigliera Pdche il ruolo cambia certo il livello di responsabilità ma non le idee e i valori mi attendo che lo stesso sindaco e l’intera giunta sostenga molti di questi emendamenti. Solo alcuni esempi: chiedo piu’ risorse per le famiglie numerose con piu’ di tre figli, per le attività ricreative per i minori autistici, per le attività turistiche e sportive per diversamente abili, contributi per le ragazzi madri. Inoltre ho salutato con piacere la istallazione di telecamere per monitorare le discariche ma non vedo nel bilancio risorse per attenzionare le scuole a maggiore rischio di atti vandalici, non intercetto alcun intervento per la manutenzione delle giostre per i bimbi. Alcuni provvedimenti di costo irrisorio lasciano davvero l’amaro in bocca e un esempio per tutti: a Siracusa insistono tre consulte – giovanile –femminile – extracomunitari a cui si concedono 500 euro l’anno ciascuna. Ora la si riduce a 300. Delle due l’una: o non servono assolutamente a nulla e allora anche 300 euro sono inutili e sprecati, altrimenti si tratta di far lievitare quelle 500. Si riducono risorse per le politiche sociali ma si aggiungono 100 mila euro per le luminarie natalizie”.

Chiederò lumi – conclude Simona Princiottapenso a nome dei cittadini più accorti, nel comprendere da quale capitolo di bilancio verranno prese le risorse per le tante consulenze esterne già attivate dal momento che nel capitolo specifico non è previsto nulla. Infine ritengo importante segnalare due questioni che,a mio avviso, hanno un valore molto concreto ma anche fortemente simbolico. Si prevede l’attivazione di un mutuo imponente di 10 milioni di euro per operazioni immobiliari-direzionali senza avere coinvolto preventivamente né il consiglio né la città. Così come trovo davvero singolare, bizzaro e forse grave che l’amministrazione individui ben 2 milioni di euro per una transazione veloce con i gestori degli asili nido e al contempo non riesca a trovare le risorse minime per sostenere la mensa dei poveri, per le famiglie numerose, etc. Ho solo intenso in conclusione illustrare  alcune delle problematiche sollevate con i miei emendamenti nella convinzione di trovare il sostegno di altri consiglieri a partire da quelli del mio partito e nella speranza che l’amministrazione sappia colmare lacune pensati e di difficile motivazione presenti nella proposta di bilancio 2014 e degli anni successivi“.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: