ULTIM'ORA

Siracusa, Pac riservati agli anziani: Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil pensionati incontrano il Comune  


 

sindacato - siracusatimesNews Siracusa: i PAC anziani, il loro stato di attuazione e la prossima firma del protocollo tra enti locali e forze sociali così come avvenuto a livello regionale. Questi gli argomenti al centro dell’incontro, avvenuto ieri, tra il sindacato unitario dei pensionati e l’assessore comunale alle Politiche sociali, Rosalba Scorpo. I segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilpensionati, Valeria Tranchina, Sebastiano Spagna e Sergio Adamo, così come formulato nella richiesta d’incontro, hanno puntato l’attenzione sullo stato dell’arte dei progetti riguardanti i Pac riservati agli anziani.

«L’amministrazione comunale – hanno dichiarato i tre segretari – ha confermato che la prima tranche del primo riparto è stata impegnata secondo i termini e che l’attività relativa, per l’Assistenza domiciliare integrata e Assistenza domiciliare agli anziani, sarà completata entro il prossimo 30 giugno. Ora, nei termini e nei tempi, si procede verso la progettazione del secondo riparto che riguarderà il mantenimento dei progetti già avviati. Resta da concludere l’accordo con l’ASP per l’attivazione del PUA (Punto unico di accesso)». Il sindacato unitario dei Pensionati, ha, inoltre, sollecitato la sigla del protocollo d’intesa tra il Distretto socio sanitario 48 e le organizzazioni sindacali, confederali e dei pensionati, già avviato nell’incontro dello scorso mese di ottobre.

Un protocollo già sottoscritto a livello regionale e che, appena calato su scala territoriale, consentirà con la costituzione del Tavolo una maggiore collaborazione per la contrattazione sociale e per i Piani di Azione per la Coesione «Il protocollo, il prossimo 20 maggio, sarà al vaglio del comitato dei sindaci – hanno concluso Valeria Tranchina, Sebastiano Spagna e Sergio Adamo – Attendiamo l’esito dell’incontro, rinnovando l’invito alla collaborazione e alla progettazione per scongiurare le preoccupazioni riguardanti la possibile perdita dei finanziamenti europei.»

 

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: