ULTIM'ORA

Siracusa, pallanuoto. L’Ortigia la spunta in un match da bollino rosso. Acquachiara battuta 13-12


Ortigia acquachiara siracusa times

News Siracusa: si torna a vincere. Finisce 13-12 alla “Caldarella” con l’Ortigia che passa sull’Acquachiara in un match complicato e incattivito da alcune decisioni arbitrali. I biancoverdi, chiamati ad un esame difficile contro i partenopei, confezionano una prestazione quasi perfetta in difesa e piazzano tre punti pesanti in chiave play-out.

Fischio d’inizio e ritmi già alti. Gli ospiti partono forte ma non sfruttano una superiorità concedendo all’Ortigia la possibilità di un contropiede sul capovolgimento di fronte. I biancoverdi restituiscono il favore, nulla di fatto. Si resta sullo 0 a 0 sino al sesto minuto quando Gianmaria Siani mette a segno la prima rete del match, portando in vantaggio l’Ortigia. L’Acquachiara incassa e ribalta presto il parziale con Michele Luongo e Lanzoni. Ci pensano Di Luciano prima e Camilleri poi a portare avanti gli aretusei, decretando il momentaneo controsorpasso biancoverde. L’Acquachiara non ci sta e grazie alle reti di ValentinoStefano Luongo, decisivo dai 5 metri, chiude in vantaggio la prima frazione.

Il secondo periodo si apre con l’allungo dell’Acquachiara che, dopo aver capitalizzato un rigore con Stefano Luongo, si porta sul +3 grazie alla rete di Koroljia. Siani accorcia le distanze per l’Ortigia ma gli ospiti, ancora con Stefano Luongo, mantengono il vantaggio. La frazione si chiude sul 5-8 con un botta e risposta: a Camilleri, ribatte Luongo su rigore.

Al rientro dal cambio campo l’Ortigia torna in acqua più convinta e trova il pareggio grazie alla doppietta di Abela ed al gol di Lisi. Valentino riporta avanti la compagine ospite ma i biancoverdi siglano il pareggio con Casasola, bravo a sfruttare la superiorità numerica, e il gol del vantaggio con Camilleri che, a termine della frazione, viene espulso per proteste.

Nella quarto ed ultimo periodo di gioco, la partita si incattivisce e l’Ortigia è costretta a schierare il secondo portiere Andrea Negro come giocatore di movimento, considerate le espulsioni definitive di Puglisi, Rotondo, Lisi, IvovicCasasola. L’ultima frazione di gara si chiude sul 3-3 con le doppiette di Di Luciano e Luongo e le reti di Casasola per i biancoverdi e Marziali per l’Acquachiara.

Al termine del match, il Presidente Valerio Vancheri ha commentato: “Abbiamo concluso con sei uomini in acqua e con il secondo portiere come giocatore di movimento ma abbiamo portato a casa il risultato con grinta e determinazione. Anche oggi un arbitraggio non all’altezza che lascia scontente le due squadre. Questa vittoria è sicuramente la dimostrazione che abbiamo cuore e che possiamo giocarcela contro chiunque. I ragazzi meritano la serie A e con un pubblico eccezionale come quello di oggi – ha concluso Vancheri  sono sicuro che ce la faremo”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: