ULTIM'ORA

Siracusa, pallanuoto: episodi dubbi e polemiche alla Caldarella. L’Ortigia si ferma sul 9-9 contro la Roma Vis Nova


cc ortigia roma vis nova siracusa timesNews Siracusa: i biancoverdi, chiamati nel turno infrasettimanale alla prova Roma Vis Nova, pareggiano 9-9 alla Caldarella in un match combattuto e ripreso solo al rientro del cambio campo, dopo aver sofferto la prestazione dei capitolini nei primi due tempi. Ad influire sulle sorti della gara, però, due episodi che hanno mandato su tutte le furie l’intera panchina siracusana e la dirigenza.

A commentarli, al termine dell’incontro, il presidente Valerio Vancheri: “A pochi secondi dalla fine del terzo tempo, Gomes colleziona un’espulsione ma, lo stesso, allontana volontariamente il pallone. A quel punto, gli arbitri, sanzionano il fallo dai cinque metri ma non l’uscita definitiva del giocatore della Roma, così come prevede il regolamento. Un altro episodio molto dubbio c’è stato proprio in occasione del tiro di rigore, poi parato dal portiere Bonito. Camilleri, infatti, è stato chiaramente disturbato da due giocatori della Roma con evidenti schizzi d’acqua a distanza ravvicinata. Oggi – chiude il presidente biancoverde – non aggiungo nient’altro“.

Tornando al match giocato, partono male i ragazzi di Gino Leone che non riescono a trovare spazi per le conclusioni concedendo agli ospiti l’opportunità di chiudere il primo tempo in vantaggio sullo 0-3 grazie alle reti di Vitola, Crivella e Del Basso. Nella seconda frazione i biancoverdi riescono finalmente a sbloccarsi con Casasola ma Calcaterra riporta i capitolini sul +3. Con una doppietta di Danilovic e la rete di Lisi la formazione di casa rientra prepotentemente in partita, ristabilendo la momentanea parità. In chiusura di frazione, Pappacena buca la difesa biancoverde sfruttando la superiorità numerica e il parziale è ancora a favore dei romani.

Ad apertura di terzo tempo, Casasola pareggia i conti ma Mandolini non manca l’appuntamento con il gol e riporta subito avanti i suoi. I biancoverdi reagiscono subito, trovando la rete del momentaneo 6-6 con Camilleri  e  il primo vantaggio della partita con Di Luciano che fissa il punteggio sul 7-6. Ancora una volta però i romani capitalizzano la superiorità numerica e con Vitola agguantano il pareggio. A 1′ dal termine, è nuovamente Camilleri a portare su l’Ortigia.

Il quarto ed ultimo tempo si apre bene per gli aretusei che firmano la rete del +2 con Abela, abile a mandare la palla in rete con l’uomo in più. A 2’04” Danilovic non sente il fischio dell’arbitro, che lo aveva appena sanzionato con l’espulsione temporanea, e viene così assegnato un rigore alla Roma che Pappacena realizza. E’ poi lo stesso numero 4 della Vis Nova che, a 1’13” dalla sirena, tira fuori dal cilindro un tiro dalla lunga distanza che beffa il portiere aretuseo Patricelli, autore di una buona prestazione e anche oggi decisivo in più di un’occasione.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: