ULTIM'ORA

Siracusa, pallamano. Albatro, contro il Conversano devi vincere con cinque gol di scarto. Il ds Canto: “tifosi venite a sostenerci”


allenamento albatro siracusa timesNews Siracusa: vincere con cinque gol di scarto per chiudere definitivamente la pratica e festeggiare la qualificazione matematica al triangolare di spareggi con un turno di anticipo sulla fine della poule playoff.

E’ l’obiettivo dell’Albatro Teamnetwork Siracusa, che scenderà in campo domani alle 18.30 al PalaLobello (arbitri Zendali e Riello) contro il Conversano nella gara che deciderà chi tra le due squadre potrà continuare a sognare di andare alle semifinali scudetto. Match difficile per gli aretusei, che dovranno prestare particolare attenzione a Iballi e Bobicic, i due giocatori più rappresentativi del Conversano. Ma anche la compagine siracusana ha “le sue bocche di fuoco”.

“Siamo carichi e determinati – dice il direttore sportivo Massimiliano Cantola squadra è concentrata e sa di non poter sbagliare. Ci giochiamo tanto in questa partita e sono sicuro che saremo all’altezza del compito da svolgere. Ho visto molto bene in settimana Molina e Dedovic ma tutti i giocatori si sono allenati su ritmi elevati e faranno il massimo per vincere”.

Piccolo infortunio ieri in allenamento per Morandeira, che ha subito una lieve distorsione alla caviglia sinistra. Per il resto, a parte Di Stefano e Mattia Calvo, tutti a disposizione del tecnico Vinci, che ha fatto lavorare duro i suoi uomini in settimana, catechizzandoli a dovere ed invitandoli a non abbassare mai la guardia contro un avversario pronto ad approfittare anche della minima disattenzione. Ieri il tecnico ha posto l’attenzione sui meccanismi difensivi, invitando i suoi giocatori a stringere bene le maglie e a cercare di lasciare meno spazio possibile per i tiri dai 7 metri degli avversari.

“Siamo pronti – conclude Cantoadesso la parola passa al campo. Esorto gli sportivi aretusei a venire a sostenerci in massa ed estendo l’invito anche ai giocatori e ai tesserati delle altre realtà sportive cittadine. La Siracusa sportiva deve stringersi attorno all’Albatro perché stiamo cullando un sogno e abbiamo bisogno dell’apporto di tutti”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: