ULTIM'ORA

Siracusa, Ortigia Film Fest: il quarto film in concorso “Arianna”. Sezione documentari, “The Good Life” e “Alcide De Gasperi-il Miracolo incompiuto”


ortigia film festival 2016 - siracusatimesNews Siracusa: Ortigia Film Festival al suo quarto giorno della kermesse presenta in concorso alle 20.45 in Arena Minerva Arianna di Carlo Lavagna interpretato da Ondina Quadri che per la sua interpretazione ha vinto il Globo d’oro come Migliore Attrice. Incontra il pubblico del festival lo sceneggiatore Carlo Salsa. Arianna ha diciannove anni e non è ancora donna. All’inizio dell’estate, nel casale sul lago di Bolsena, dove è cresciuta da piccola e in cui torna con i genitori, ritrova antiche memorie e comincia a indagare sul proprio corpo e sul proprio passato. L’incontro con la giovane cugina Celeste, così diversa e femminile rispetto a lei, e la perdita della verginità con un ragazzo della sua età, la spingono a confrontarsi definitivamente con la sua vera natura. Ma è con sé stessa e nel rapporto con la famiglia, nodo irrisolto fin dall’infanzia, che Arianna deve trovare se stessa. Nel cast anche Massimo Popolizio, Valentina Carnelutti, Eduardo Valdarnini, Corrado Sassi, Blu Yoshimi Di Martino. Il film sarà replicato alle 23 in arena Logoteta.

Per i documentari sarà la volta di Niccolò Ammaniti che, alle 22.30 in arena Minerva, presenterà The Good Life e incontrerà il pubblico del festival. Il documentario racconta la vita di tre italiani che in India hanno trovato la via di una nuova esistenza. Protagonisti dell’unica emigrazione mossa da sogni di liberazione e amore e non dalla fame. L’altro documentario della giornata, in anteprima regionale, Alcide De Gasperi – Il miracolo incompiuto di Franco Mariotti che sarà presentato alle 21.30 in Arena Logoteta. A poco più di sessant’anni dalla morte, avvenuta il 19 agosto 1954, un omaggio a una figura fondante e fondamentale per la storia politica italiana, e non solo. Alcide De Gasperi ha contributo, da protagonista, alla ricostruzione del Paese, nell’arco di una vita vissuta tra dominazione austriaca, due guerre mondiali e il dopoguerra; una vita terminata ben prima di concludere la sua opera politica in Italia e in Europa. Vita e opere di De Gasperi, tra i padri fondatori della nostra Repubblica, scorrono attraverso un ricchissimo materiale d’archivio, audiovisivo e fotografico, proveniente dall’Archivio Storico Luce, le Teche Rai e altri importanti Fondi. E grazie a preziose testimonianze di quanti lo hanno conosciuto, di chi ha raccolto la sua eredità e, ancora, dei tanti altri che lo hanno studiato. Sul fronte dei corti in arena Logoteta alle 20.45 sarà presentato in prima mondiale Il Cane nero di Salvatore Lazzaro che al termine della proiezione incontrerà il pubblico del Festival. Alle 21.10 sempre in Logoteta sarà presentato il cortometraggio Tutto quello che non ci siamo per la regia di Giovanni Dota che riceverà il Premio Cort’on line Cinemaitaliano. Info.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: