ULTIM'ORA

Siracusa. Omicidio Iraci, l’accusa chiede 10 anni e 8 mesi per Musso. Prossima udienza fissata per il 28 febbraio


News Siracusa: si apre il processo con rito abbreviato a carico di Sebastiano Musso, 44 anni, imputato del reato di omicidio preterintenzionale ai danni di Franco Iraci. Era la notte del 25 marzo 2016, quando durante una lite, un gesto estremo di rabbia di Musso è fatale per l’amico Iraci, colpito violentemente al volto e poi morto (leggi qui).

Il processo si svolge innanzi al Giudice dell’udienza preliminare Andrea Migneco, il quale ha dato la parola al Pubblico Ministero Antonio Nicastro per poter illustrare la requisitoria e avanzare la richiesta di pena nei confronti dell’imputato. Dopo aver ricostruito la dinamica della lite che aveva contrapposto Sebastiano Musso e Franco Iraci, Il rappresentante della pubblica accusa si è pronunciato per la penale responsabilità dell’omicida e ha chiesto al Gup di infliggergli la pena di dieci anni e otto mesi di reclusione.

Presenti nell’aula del Tribunale di Siracusa, i figli di Iraci, costituti parte civile rappresentati dall’avvocato Antonio Giuliano. Per l’avvocato il delitto commesso da Musso va qualificato come omicidio volontario e la pena da irrogare all’uomo che ha ucciso il commerciante Franco Iraci deve essere proporzionata al danno arrecato non solo alla vittima, ma anche ai suoi quattro figli, privati dell’affetto del loro padre per lo sciagurato gesto compiuto dall’imputato.

Secondo il difensore delle parti civili la pena di dieci anni e otto mesi di reclusione è troppo mite e appellandosi al Gup gli ha chiesto di non accogliere la richiesta avanzata dal Pubblico Ministero ma di voler infliggere al Musso la massima pena prevista dal codice qualora il Gup dovesse accogliere la richiesta delle parti civili di qualificare il fatto come omicidio volontario Ma anche a pagare la somma di 500 mila euro in favore dei quattro figli di Franco Iraci.

Dopo la conclusione dell’intervento dell’avvocato Giuliano, il Gup Migneco ha rinviato l’udienza per il prossimo 28 febbraio. In quella data sarà data la parola alla difesa.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: