ULTIM'ORA

Siracusa, omicidio Ardita: la casa dell’infermiera diverrà una fondazione contro la violenza sulle donne


via calatabiano Ardita Siracusa TimesNews Siracusa: sarà formalmente registrato presso l’Ufficio del Registro del Comune, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne il fondazione che porterà il nome di Eligia Ardita, la giovane infermiera aretusea e della piccola Giulia che portava in grembo da otto mesi.

Il nome della sfortunata Eligia, uccisa del reo confesso marito, in pochi mesi è entrato all’interno delle case dei siracusani e non solo. Il caso della morte dell’infermiera, infatti, è stato trattato anche dai media nazionali.

L’appartamento di via Calatabiano, dove la notte del 20 gennaio 2015, fu uccisa Eligia diverrà così la sede della fondazione “Eligia e Giulia Ardita” che avrà proprio la sorella dell’infermiera, Luisa, come presidente. (Leggi qui)

La fondazione, come ha specificato papà Agatino Ardita, metterà a disposizione delle donne a rischio sia l’appartamento (assegnato a padre dopo il dissequestro) sia altri beni di Eligia come l’automobile della giovane donna.

Papà Agatino, inoltre, conta di poter ampliare la fondazione acquistando l’appartamento in vendita proprio sotto quello Eligia potendo così allargarsi nell’aiutare altre categorie in difficoltà come, ad esempio, gli anziani.

La famiglia Ardita, intanto, sarà ricevuta da Papa Francesco il 16 dicembre.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: