ULTIM'ORA

Siracusa. Oggi il primo dei tre focus sulla chirurgia protesica, medici ed esperti a confronto su spalla e caviglia


News Siracusa: le moderne tecnologie, che hanno portato allo sviluppo di protesi sempre più funzionali, hanno innovato il mondo della chirurgia protesica offrendo ai medici soluzioni performanti e ai pazienti recuperi sostanziali e soprattutto il miglioramento della qualità della vita. Testimonianze dirette e casi clinici sono stati oggi, all’Open Land di Siracusa, al centro del primo dei tre focus dedicati alla chirurgia protesica articolare che continua a compiere importanti passi in avanti.

Il congresso medico di oggi, presieduto dal dott. Emanuele Lombardo, responsabile dell’unità funzionale di ortopedia e traumatologia dell’istituto ortopedico Villa Salus di Augusta, ha puntato l’attenzione sulla chirurgia protesica della spalla e della caviglia tra indicazioni, benefici, problematiche e appunto una ritrovata qualità della vita per i pazienti.

“Mentre gli interventi alla caviglia sono ancora una nicchia e hanno numeri che non raggiungono quelli relativi alla spalla, possiamo dire – spiega Lombardo – che i risultati che si ottengono grazie all’utilizzo delle protesi di terza generazione sono ormai davvero straordinari. Siamo dinnanzi a determinate patologie che sono divenute rutinarie proprio grazie all’utilizzo di questi dispositivi protesici di grande affidabilità che permettono di intervenire con maggiore precisione mentre il paziente riesce a recuperare la normale attività lavorativa e in alcuni casi anche quella sportiva. Se questo aspetto riguarda soprattutto l’intervento alla spalla, per la caviglia credo che si possa parlare di risultati strabilianti rispetto all’attuale tecnologia anche se in futuro potranno giungere ulteriori miglioramenti”.

Una conferma arriva dal dott. Leonardo Maradei, responsabile dell’unità funzionale di ortopedia e traumatologia dell’ospedale Humanitas di Rozzano, responsabile scientifico del congresso insieme al dott. Umberto Di Pasquale, direttore sanitario di Villa Salus e al dott. Giovanni Vavalle, responsabile dell’unità funzionale di ortopedia e traumatologia della Clinica Santa Maria di Bari.

“Certamente la caviglia è stata sempre un’articolazione che ha dato risultati problematici – spiega Maradei – ma negli ultimi anni sono state create delle protesi articolari tecnologicamente avanzate che hanno permesso di ottenere buone prestazioni finali consentendo al paziente di tornare a camminare normalmente. Risultati ottimali, sicuramente migliorabili”.

E stamani si è parlato anche della cosiddetta “protesi inversa”, che è uno degli ultimi ritrovati. Permette il movimento della spalla anche per i pazienti anziani o che hanno delle artrosi particolari. In sostanza si inverte la parte sferica con quella piana, cambiando il centro di rotazione della spalla, consentendo al deltoide di effettuare i normali movimenti.

Fondamentale anche la fase di riabilitazione, come spiegato dal dott. Marco De Filippo, coordinatore del team di riabilitazione di Villa Salus: “Una delle tappe importantissime dopo l’intervento è senza alcun dubbio la riabilitazione che deve essere affrontata con le giuste metodiche. Il potenziamento degli arti interessati è un percorso molto importante e delicato perché riguarda anche la componente muscolare. Nel caso della spalla, la biomeccanica è molto complessa e dunque ha anche una fase riabilitativa con tempistiche differenti in base alle diverse tipologie di lesioni subite. Fondamentale è il lavoro in team, anche con chi segue le cure mediche, in modo da evitare il più possibile eventuali dolori ai pazienti”.

Dopo questo primo focus odierno, si tornerà a parlare della chirurgia protesica articolare il prossimo 10 giugno, affrontando l’intervento all’anca, e l’8 luglio per concentrarsi sull’approccio pluridisciplinare in chirurgia. I tre appuntamenti formativi Ecm, sono realizzati con il patrocinio dell’Ordine dei Medici di Siracusa, di FIMMG, dell’Istituto Ortopedico Villa Salus e sono curati dalla segreteria organizzativa di Elements Eventi, con provider EuroSoluzioni.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: