ULTIM'ORA

Siracusa: oggi il Festival Euro Mediterraneo che con “Norma” inaugura la seconda edizione al Teatro Greco


Norma siracusa timesNews Siracusa: un atteso ritorno dopo il grande successo della scorsa estate con il tutto esaurito di Aida. Il grande regista e scenografo Enrico Castiglione firma il nuovo allestimento del capolavoro belliniano, in scena per la prima volta al Teatro Greco di Siracusa.

In programma anche il concerto“Verdi Puccini Opera Gala” e il balletto Shéhérazade. Una mostra di fotografie di scena della “Norma” sarà allestita presso la ex chiesa di San Nicola ai Cordari.

 “Casta diva, che inargenti …”. Sul colle Temenite risuona di nuovo la melodia del grande melodramma italiano. L’autore prescelto è il Cigno catanese Vincenzo Bellini, l’opera è Norma, pietra miliare del teatro musicale.

Sulla scia dello strepitoso successo riportato lo scorso anno dalla prima edizione, per la gioia di tutti gli appassionati, residenti e turisti, si conferma al Teatro Greco di Siracusa la programmazione della Stagione Lirica del Festival Euro Mediterraneo. Sarà dunque Norma, firmata dal grande regista e scenografo Enrico Castiglione, ad aprire questa sera l’auspicata seconda edizione, che prevede altre tre repliche (il 10, 18 e 25 luglio): un autentico evento, se si considera che il capolavoro belliniano viene messo in scena per la prima volta nell’area archeologica della Neapolis.

Si consolida così – visto il “tutto esaurito” ripetutamente registrato nell’estate 2014 con l’allestimento dell’Aida di Verdi e una prestigiosa serie di balletti e concerti – il progetto ambizioso e mai riuscito prima d’ora di aprire l’imponente spazio scenico del Teatro Greco di Siracusa alla lirica e al teatro musicale, con l’obiettivo di consolidare un festival permanente di opera, danza e musica che possa competere con i maggiori festival operistici estivi internazionali e, al tempo stesso, essere un importante volano turistico per la città di Siracusa, per la Sicilia e per l’intera area del Mediterraneo.

Un progetto esclusivo, che con questa seconda edizione prosegue e consolida il cammino del Festival Euro Mediterraneo, avviato e realizzato dalla produzione e organizzazione della Fondazione FEM e promosso dal Comune di Siracusa, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da Siracusa Turismo, dall’Associazione Noi Albergatori di Siracusa, grazie alla disponibilità dell’Assessorato ai Beni Culturali della Regione e della Soprintendenza Archeologica di Siracusa, sull’onda di un riscontro senza precedenti che già nel 2014 ha suscitato un plauso generale. E ciò non soltanto quando la notizia dell’apertura del Teatro Greco di Siracusa alla lirica ha fatto il giro del mondo, ma soprattutto al termine della prima edizione per gli straordinari risultati raggiunti, raccogliendo consensi in primo luogo da parte dei promoter del turismo internazionale e dell’intero settore alberghiero siciliano, in considerazione della presenza di un pubblico eterogeneo, giunto dai cinque continenti, che ha determinato incrementi per la Città di Siracusa di oltre il 18% nel solo mese di luglio.

«Lo scorso anno con Aida ho risposto ad un’autentica sfida irresistibile ed appassionante, perché era per me inconcepibile che in una cavea classica così importante e maestosa non si fosse consolidato in tutti questi anni un festival operistico internazionale. Nel 2015 affronto la nuova scommessa di Norma con grande entusiasmo, in un momento storico in cui molti festival rischiano di chiudere» ha confidato il maestro Enrico Castiglione. E prosegue: «Da quando nel 2009 ho fondato in Sicilia il Festival Belliniano, che nel 2015 giunge alla settima edizione, avevo il desiderio di portare l’opera di Bellini anche al Teatro Greco di Siracusa. Ho immaginato l’intero allestimento proprio mentre provavo la regia dell’Aida. Sono molto contento che questo desiderio sia stato reso possibile, grazie in primis al Sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo, e alla Fondazione Inda, di cui lo stesso sindaco è presidente, all’Assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana Antonio Purpura e al direttore generale dell’Assessorato Gaetano Pennino, al Presidente di Siracusa Turismo, Sebastiano Bongiovanni, nonché alla collaborazione tra la Fondazione FEM e il Festival Belliniano di Catania».

«La prima edizione del Festival Euro Mediterraneo – ha dichiarato il Sindaco di Siracusa e Presidente dell’Inda, Giancarlo Garozzo – ha avuto la scorsa estate un enorme successo in termini di presenze, ma soprattutto di consenso, da parte del pubblico come della critica e della stampa. Era perciò un’esperienza senz’altro da ripercorrere, e per il secondo anno consecutivo Siracusa ed il Teatro Greco entrano nel circuito mondiale della lirica e della danza. Uno dei maggiori monumenti dell’antichità viene così ulteriormente esaltato. È la prova del nove che la conservazione del nostro patrimonio non deve essere un limite alle grandi potenzialità che possono derivare da una sua valorizzazione, mirata ad espandere il pubblico di residenti e turisti. È questo l’obiettivo cui dobbiamo mirare, e non solo in questo momento di crisi».

Sulla stessa lunghezza d’onda appare la nota fatta pervenire da Francesco Italia, vice Sindaco ed Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Siracusa: «La stagione lirica di luglio si pone senza soluzione di continuità rispetto al ciclo di spettacoli classici che da oltre un secolo identifica la produzione artistica del Teatro Greco – con la musica e la danza, il Festival Euro Mediterraneo ha introdotto un elemento di novità, ma non di contraddizione, che amplifica a livello internazionale il richiamo turistico della città di Siracusa».

I conti tornano. «Il Teatro Greco ha tutte le carte in regola – commenta in un’altra nota Sebastiano Bongiovanni, presidente di Siracusa Turismo (società che vede insieme Camera di Commercio, enti privati e partner pubblici) – per candidarsi come Arena del Sud, sull’esempio di Verona. E ciò grazie alla professionalità dell’organizzazione del FEM, ma anche al “sistema città” che ha coinvolto istituzioni pubbliche e operatori economici. Siracusa Turismo mette a disposizione i propri strumenti di comunicazione, dal portale ai social network, e su questi ultimi si registrano commenti entusiastici. Successo di pubblico, guadagno economico, ulteriore visibilità della città: tutto ciò aumentando il ranking di Siracusa tra le destinazioni turistiche».

Cresce ora l’attesa per il debutto del nuovo allestimento della Norma di Vincenzo Bellini, che sarà firmata da un regista e scenografo di fama internazionale come Enrico Castiglione, garanzia di successo e significativo richiamo turistico, autentico “deus ex machina”, anche in Sicilia, di spettacoli operistici acclamati da migliaia di spettatori in teatro e milioni di telespettatori in televisione e in diretta “live” via satellite nei cinema sparsi in tutto il mondo. Si tratta di un nuovo allestimento realizzato in coproduzione con il Festival Belliniano di Catania, firmato da un artista che più di ogni altro ha diffuso in questi anni il nome di Bellini nel mondo, non solo per aver fondato il suddetto festival, ma per il consenso internazionale riscosso proprio con Norma.

Enrico Castiglione è infatti l’unico regista-scenografo ad avere il primato di aver messo in scena l’opera nei tre maggiori teatri greco-romani della Sicilia: nel 2009, anno della nascita del Festival Belliniano al Teatro Romano di Catania (sulle cui rovine si erge la casa natale di Vincenzo Bellini), nel 2012 al Teatro Antico di Taormina (con diretta televisiva su RAI 5 e in mondovisione via satellite “live” nei cinema, poi su RAI UNO) ed ora nel 2015 al Teatro Greco di Siracusa. Questo nuovo allestimento punta inoltre sulla creatività di Sonia Cammarata, costumista tra le più affermate a livello internazionale, dotata di una spiccata e riconosciuta sensibilità per la ricostruzione storica del costume di scena.

La produzione si annuncia di pregio anche sul piano musicale con il Coro Lirico istruito da Francesco Costa e l’Orchestra Sinfonica Bellini Opera Festival diretta dal ventinovenne Jacopo Sipari di Pescasseroli, uno dei più validi e brillanti direttori d’orchestra della sua generazione. In scena un cast artistico d’eccezione, con autentiche star della lirica internazionale per un titolo operistico così complesso ed imponente, come il celebre soprano Chiara Taigi nel ruolo del titolo, il famoso tenore Piero Giuliacci in quello del generale romano Pollione, l’acclamato soprano Adriana Damato in Adalgisa, il possente basso José Antonio Garcia in Oroveso e i validissimi Giuseppe Distefano (Flavio) e Anna Consolaro (Clotilde).

Il Festival Euro Mediterraneo al Teatro Greco, dopo l’inaugurazione di questa sera con il nuovo allestimento di Norma, prevede anche un concerto e un balletto di indubbio richiamo, il cui calendario è sul sito www.festivaleuromediterraneo.eu.

L’11 luglio è in programma il concerto “Verdi Puccini Opera Gala”, con il Coro Lirico Siciliano diretto da Francesco Costa; in locandina le più belle arie e romanze interpretate da celebri artisti, impegnati a trascorrere dal melodramma romantico del Bussetano alla “giovane scuola” pucciniana.

Il 24 luglio arriva la grande danza. Il Balletto del Sud, compagnia considerata dalla critica “la migliore realtà italiana di un genere accademico narrativo”, presenta Shéhérazade, e le mille e una notte: balletto in un atto e cinque quadri ispirato ai racconti d’oriente di Antoine Galland su musiche di Nicolaj Rimskij-Korsakov con le coreografie di Fredy Franzutti.

L’esotismo di Shéhérazade è inteso non solo come fascino per un generico “altrove”, ma specificamente come ammirazione per il lusso e la lussuria dell’Oriente lontano, proponendo un momento di riflessione sulla gloriosa storia dei paesi arabo-musulmani, sui fasti di Bagdad, sulla potenza della città di Palmira. Lo spettacolo, concepito come interazione fra danza e teatro (i quadri danzati sono legati da testi recitati dall’attore Andrea Sirianni), per la fascinosa ambientazione e la sensuale narrazione ha riscosso fin dalle prime repliche (debutto al Miami International Piano Festival 2003) successo di pubblico ed importanti riconoscimenti dalla critica nelle tournée nazionali e internazionali (Algeri 2011, Costantina 2015).

I biglietti di Norma e degli altri appuntamenti sono in vendita presso le abituali prevendite del circuito www.boxofficesicilia.it, www.ticketone.it, www.vivaticket.it, www.activaweb.it. Info:www.festivaleuromediterraneo.it

Le foto di Norma, firmate dal noto fotografo di scena Domenick Giliberto, saranno in mostra dal 4 al 25 luglio presso la ex chiesa di san Nicola ai Cordari, all’interno del Parco archeologico che ospita il Teatro Greco di Siracusa, grazie alla disponibilità della Diocesi di Siracusa e di Kairos. L’esposizione sarà visitabile negli orari di apertura del millenario sito della Neapolis.

L’opera lirica nel teatro fa scorrere immediatamente il pensiero alle immagini, da qui alle foto di scena. Da anni, gli scatti di Giliberto – realizzati per gli allestimenti delle opere liriche allestite da Enrico Castiglione – accrescono il ricordo delle emozioni provate in teatro durante la visione dello spettacolo. Oggi Norma al Teatro Greco di Siracusa, nelle prossime settimane Carmen, Don Giovanni, Il barbiere di Siviglia al teatro Antico di Taormina.

Le foto, con tutta la loro emotività, mostreranno i momenti più intensi dell’opera lirica, fissandone i ricordi nel tempo e conferendo continuità ad una vasta gamma di suggestioni, che potrà rinnovarsi e persistere anche quando si sarà abbassato il sipario.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: