ULTIM'ORA

Siracusa: odissea per l’imbarcazione “Mariella”, una settimana in “alto mare” per 4 siracusani


_guardia-costiera-

News Siracusa: la notte scorsa si è conclusa un’odissea per il peschereccio aretuseo “Mariella”. Dopo essere rimasto alla deriva nelle acque prospicienti la Libia, a causa di un’avaria al motore, il motopesca e il suo equipaggio sono stati soccorsi e adesso salvi a Malta. Tra i membri dell’equipaggio anche 4 siracusani che insieme a 2 tunisini e un algerino hanno vissuto momenti  davvero difficili.

La prima richiesta di aiuto è stata lanciata la sera del 27 gennaio. Molto presto sono partiti i soccorsi dal Centro nazionale di soccorso della Guardia costiera di Roma, che per quasi una settimana è rimasto in costante contatto radio con i marittimi del “Mariella”.

Grandi difficoltà anche per la Guardia Costiera a causa delle pessime condizioni meteomarine (mare forza 7) e dell’elevata distanza dalle coste italiane (oltre 400 miglia dalla Sicilia). Per il salvataggio sono state coinvolte due navi italiane presenti in Libia per operazioni commerciali, nello specifico: la “Ievoli Star” e la “Asso 25”. Risolutivo è stato poi l’intervento del rimorchiatore maltese “Mirkut” che nella notte di sabato ha “agganciato” il peschereccio siracusano, mettendo in salvo l’equipaggio.

Nei prossimi giorni, una volta riparato il guasto all’elica, il “Mariella” e il suo equipaggio rientreranno a Siracusa.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: