ULTIM'ORA

Siracusa: nuovo rinvio per il processo Stefano Biondo


stefano biondo siracusa timesNews Siracusa: Un nuovo stop alla ricerca della verità e della giustizia da parte della famiglia di Stefano Biondo. E’ quello che accade da oramai quattro anni per la vicenda che affligge i parenti, gli amici e i volontari dell’associazione Astrea.
<Una vicenda paradossale – dice Rossana La Monica, presidente della onlus e sorella di Stefano – quella che per anni si sta consumando senza ottenere giustizia. Già agli esordi della tragica vicenda venne considerato superfluo da parte degli organi competenti iscrivere i responsabili nel registro degli indagati, venne aperto un fascicolo contro ignoti pur essendoci nella struttura ben due infermieri  professionali e tre operatori. A ciò seguì una richiesta di archiviazione non motivata, per la riapertura delle indagini io con la mia famiglia abbiamo dovuto presentare opposizione  fortunatamente andata a buon fine, ma che ha prolungato di tanto i tempi. Preciso – per mia opinione personale – che tutto questo accade perché a morire è stato un disabile che non ha avuto le giuste attenzioni. Il paradosso è che nonostante tutto quello che abbiamo subito ci scontriamo ancora una volta con ripetuti rinvii (l’ultimo l’altro ieri) da parte della magistratura nei confronti di chi è imputato per omicidio colposo. Persona che continua a svolgere attività di infermiere nell’importante e delicato reparto di psichiatria dell’Umberto I, misura che ritengo inaccettabile da parte degli enti e degli organi preposti al controllo>.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: