ULTIM'ORA

Siracusa, nuovo ospedale. Uffici bocciati dalla Commissione. Vinciullo: “Ripicche, ignoranza e presunzione”


vinciullo-castagnino-alota-sorbello-siracusa-timesNews Siracusa: “sul nuovo Ospedale di Siracusa, l’Amministrazione Comunale continua ad essere allo sbando, mostrando tutti i propri limiti politici ed amministrativi”. Esordiscono così l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS e i Consiglieri Comunali Fabio Alota, Salvo Castagnino e Salvo Sorbello.

“La scorsa settimana – dichiarano i quattro – il Settore Pianificazione del Comune aveva bocciato la proposta della Commissione Urbanistica di inserire l’area dell’ex ONP nella terna, diventata, trattando, quaterna, delle buste da “lascia o raddoppia”. In questo modo, il Settore Pianificazione del Comune aveva implicitamente ammesso che le nostre idee sull’argomento erano corrette”. 

“Ieri – spiegano Vinciullo, Alota, Castagnino e Sorbello – è arrivata, puntuale, la ripicca della Commissione Urbanistica che ha rimandato al mittente la proposta del Settore Pianificazione del Comune di Siracusa. Anche in questo caso la Commissione Urbanistica ha fatto proprie le nostre idee, laddove dicevamo che non era possibile inviare in Consiglio Comunale tre proposte per dare allo stesso Consiglio Comunale la possibilità di scegliere. Ripicche, insipienze, ignoranza, presunzione, pressapochismo…. ecco quale è l’atteggiamento dell’Amministrazione Comunale nei confronti di un problema semplicissimo ma che essi hanno trasformato in difficilissimo, per le loro note incapacità amministrative”. 

“Li avevamo avvertiti – proseguono – consigliati e aiutati a trovare soluzioni legittimamente conducibili a un corretto uso del territorio. La loro presunzione li ha portati a sbattere, li ha portati a fare perdere il finanziamento per il nuovo ospedale e ora, in questo tira e molla fra Commissioni, Uffici e Consiglio Comunale, crediamo che si siano incartati in maniera così complessa che il nodo Gordiano, a confronto, era un nodo semplicissimo”.

“L’Amministrazione Comunale – continuano i quattro – deve uscire da questa impasse, lo deve fare nell’interesse della città, lo deve fare con umiltà e noi, come abbiamo dimostrato fino adesso, siamo pronti ad aiutarli a trovare soluzioni lineari corrette nell’interesse esclusivo della città. Si decidano velocemente, altrimenti saremo costretti a iniziare ulteriori azioni eclatanti nell’interesse della città”.

“Ai sostenitori esterni di questa maggioranza – hanno concluso Vinciullo, Alota, CastagninoSorbello – ricordiamo che nessun impegno assunto è stato mantenuto e che in questo fallimento verranno coinvolti anche loro, perché hanno dato copertura politica a operazioni amministrative che hanno dimostrato la loro assoluta inconcludenza. A loro consigliamo, per la prossima volta, di riflettere prima di prendere posizioni pubbliche in difesa di questa sbandierata Amministrazione Comunale”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: