ULTIM'ORA

Siracusa, nuova struttura ospedaliera. Interrogazione di Castagnino: “nessuna risposta, scena muta”


Castagnino Siracusa Times

News Siracusa: pubblichiamo, di seguito, una nota stampa a firma del consigliere comunale Salvatore Castagnino in merito ad un’interrogazione, presentata dallo stesso, nella giornata di ieri.

A seguito dell’interrogazione da me presentata ieri in aula, con la quale chiedevo di relazionare sullo stato di avanzamento dell’iter amministrativo e di sapere cosa avessero fatto Sindaco e Giunta, nessuna risposta, nessuno in rado di comunicare all’aula e quindi alla città come si stia muovendo l’attuale amministrazione. I due assessori presenti in aula sono intervenuti ma fondamentalmente nessuna risposta, il sindaco ovviamente assente per evitare una scena muta come quando a scuola ci si assenta per evitare di essere interrogati“.

Castagnino prosegue: “In dettaglio si chiedeva come primo punto se si vuole cambiare l’area o se la si vuole mantenere, o meglio se si viole costruire la struttura al di fuori  del centro urbano come ebbe a dire il sindaco in un suo intervento in commissione sanità regionale, riunita nell’aula Vittorini. Sulla richiesta di relazione scritta, potrei iniziare una polemica lunga sul mancato rispetto dei regolamenti che impongono agli assessori e non ai dirigenti di rispondere per iscritto, come avevo chiesto, ma sorvolo, capisco che un foglio vuoto come atto pubblico peserebbe ancor di più sulla magra figura fatta in aula a seguito di dichiarazioni che rimbalzavano la responsabilità dall’assessore alla sanità che testuali dichiarazioni “NON E’ COMPETENZA MIA” perché esiste un problema di urbanistica. Insomma, il finanziamento è a rischio. Sono stato ancor più infastidito in aula da assessori, che sorridevano quando facevo notare che la struttura deve essere creata nella nostra città perché l’attuale è complice di molte disgrazie per le quali spesso vengono additati i medici. Ma gli stessi non possono assolvere ai loro compiti e svolgere serenamente la loro professione se non hanno a supporto una struttura idonea in cui i pazienti vedono attese interminabili. Insomma dall’interrogazione avrei dovuto o meglio speravo di ottenere la descrizione di un quadro chiaro su come si sta muovendo l’amministrazione, amministrazione di oggi che accusa giustamente chi ad oggi non aveva mosso un dito ma accusa senza mettersi davanti ad uno specchio, in quel caso noterebbe che il suo immobilismo è identico al passato“.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: