ULTIM'ORA

Siracusa aderisce al Network “Educare alle differenze”, Salvo Sorbello (Anci): “libertà alle famiglie, senza indottrinamenti esterni”


News Siracusa: “fare rete” per rendere la scuola libera da stereotipi o pregiudizi e ancora cominciare a raccogliere idee, progettualità e proposte per rendere tutto questo concreto nella lotta al bullismo. Queste le motivazioni alla base dell’incontro di ieri presso l’aula magna del “Comprensivo Santa Lucia” su iniziativa di “Siracusa Città Educativa” e dell’assessorato alla Pubblica istruzione, Officina educativa, Sport e Politiche di genere” del Comune, insieme per parlare dell’adesione del Comune aretuseo al netowrk “Educare alle differenze”. Oggi, il consigliere comunale Salvo Sorbello ha presentato un’interrogazione per conoscere nel dettaglio il contenuto delle iniziative che derivano dall’adesione di Siracusa al network.

“Siamo tutti ovviamente contro ogni tipo di discriminazione o di bullismo – afferma Salvo Sorbello, che è consigliere nazionale dell’Anci –  ma allo stesso tempo, come già ho avuto modo di rilevare in passato, sono convinto che a ciascuna famiglia deve essere riconosciuta la libertà e la possibilità di scegliere come educare alla sessualità i propri figli, senza indottrinamenti di organismi esterni”.

“Non ci si avventuri quindi – prosegue Salvo Sorbello – in forme di educazione all’orientamento sessuale: è indispensabile che resti ben chiara la differenza dei profili maschili e femminili. Uomo e donna sono diversi come identità ma sono identici come dignità. I genitori sono i titolari del diritto/dovere dell’educazione dei figli, riguardo l’affettività e la scuola o il Comune non hanno titolo a sostituire i genitori”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: