ULTIM'ORA

Siracusa: è il netino Corrado Mortillaro il vincitore della 5ª edizione della maratonina Città di Archimede


corrado mortillaro siracusa timesNews Siracusa: atleta netino ma in forza alla società lombarda dell’Atletica Palzola, è il vincitore della 5ª edizione della maratonina Città di Archimede.

Sul traguardo di piazza Pancali, tagliato dopo un’ora 12 minuti e 57 secondi, ha preceduto il campione uscente Vito Massimo Catania, Atletica Amatori Regalbuto (1.14’59”), ed il siracusano Franco Carpinteri, Trinacria Sport (1.15’44”).

Oltre 650, con record di iscritti battuto, al via della mezza maratona dato dall’assessore allo Sport del Comune di Siracusa, Maria Grazia Cavarra. Dopo il maltempo degli ultimi giorni, sole e temperatura mite lungo i 21 chilometri e 97 metri del percorso che, privato del doppio passaggio di Ortigia, si è sviluppato nella zona del Ciane per ritornare in piazza Pancali.

«Un bel tracciato, niente affatto facile – ha ammesso il vincitore al termine della gara – In verità ero partito per un test sui 10 chilometri e mezzo; mi sono accorto che il ritmo era quello giusto, anche se lontano dai miei livelli, e ho continuato. Sto cercando di preparare altre maratone e non volevo spingere troppo. Ho chiuso lontano dal mio personale, che è di un’ora e 5 minuti, ma oggi non ero in cerca di primati.»

Vittoria della messinese Sebastiana Bono, Podistica Messina, in un’ora 31 minuti e 30 secondi, in campo femminile. Subito dietro, con un distacco di un minuto, Rosalba Ravì Pinto, Atletica Nebrodi, e, al terzo posto, la siracusana Elena Terracciano, atleta dell’ASD Archimede, società organizzatrice.

Particolarmente attesa la prova degli atleti in handbike. Anche per loro gloria e applausi al termine del tracciato. Una edizione particolare vinta dal quindicenne siracusano Samuel Marchese, accompagnato lungo i 21 chilometri dagli esperti Stefano Rametta, Luigi Palì, Martino Florio e Salvo Campanella. «La nostra è un’attività sociale, non agonistica – ha voluto sottolineare dopo il traguardo Campanella, palermitano e atleta di punta della Uisp ASD Il vento in faccia – Oggi, come dei genitori, abbiamo voluto sostenere e accompagnare Samuel in questa sua prima uscita. La disabilità sta negli occhi di chi guarda, il resto sono soltanto parole.»

Soddisfatto, al termine, il presidente dell’ASD Archimede, Alfredo De Luca. «Una bella giornata di sport e di grande unione tra atleti e famiglie – ha detto – Siamo riusciti a garantire la loro sicurezza e, allo stesso tempo, non arrecare alcun tipo di disagio. È stata una bella edizione di questa maratonina che si è ormai guadagnata un posto importante nel Grand Prix Sicilia. Se a questo aggiungiamo anche la presenza di atleti amatori provenienti da Torino, Milano e Belluno, confermiamo l’importanza che questa manifestazione ha per la promozione della nostra città.»

Tra le novità previste per questa quinta edizione, l’assegnazione del premio Giorgio Roccasalva, indimenticato dirigente Fidal siracusano. Il trofeo è stato assegnato a Franco Carpinteri primo siracusano giunto sotto il traguardo e consegnato dal fratello del dirigente scomparso, Maurizio.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: