ULTIM'ORA

Siracusa, caso Tony Drago: riesumata la salma per effettuare l’autopsia


Tony Drago Siracusa TimesNews Siracusa: riesumata la salma di Tony Drago, il militare siracusano trovato morto il 6 luglio 2014 nel cortile della caserma romana Sabatinida due anni sepolto nel cimitero di Siracusa (leggi qui). Lo ha chiesto il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, Angela Gerardi, che lo scorso 2 agosto,  ha disposto, su richiesta del sostituto procuratore di Roma, Alberto Galanti, di procedere con l’incidente probatorio a perizia medico legale e tecnica, al fine di accertare i mezzi, le cause e le modalità che hanno portato alla morte del siracusano. Lo scorso 14 settembre alle ore 13, si era svolta, invece, l’udienza per conferire l’incarico al medico legale Paolo Procaccianti, e al fisico Federico Boffi. Come periti di parte sono stati nominati Orazio Cascio, medico legale, e gli ingegneri Grazia La Cava e Oliver Giudice.

A seguito della riesumazione del corpo di Tony Drago, verrà effettuato un nuovo esame autoptico in cui i periti incaricati, dovranno verificare la compatibilità della presunta precipitazione con le lesioni che verranno riscontrate sul cadavere del militare siracusano, ovvero la dinamica che ha determinato la morte del caporale siracusano.

Tony Drago si è suicidato o invece o, come sostengono i familiari, è stato ucciso? A due anni dal decesso, è stata aperta un’inchiesta e, al momento, sono otto gli indagati. L’accusa contestata riguarda i reati di Concorso colposo in istigazione al suicidio o in omicidio volontario.

Si parlò subito di suicidio per Drago. Un suicidio, però, che non ha mai convinto ne la madre del giovane caporale dell’esercito ne i moltissimi amici che in questi anni hanno lottato senza sosta per ottenere la verità su quanto accaduto all’interno di quella caserma.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: