ULTIM'ORA

Siracusa, morte Eligia Ardita: il caso a “La vita in Diretta”. Dopo il sequestro della casa si spinge per la verità


Eligia Ardita St

News Siracusa: non si spengono i riflettori sulla morte di Eligia Ardita, infermiera 35enne aretusea, morta all’interno della sua abitazione il 19 gennaio scorso con la figlioletta che portava in grembo, per cause ancora oggi al vaglio della magistratura.

Per il consulente della Procura, come oramai noto, Eligia Ardita sarebbe morta a causa di un’”azione violenta reiterata da terzi”. Ad oggi l’unico iscritto nel registro degli indagati è il marito della puerpera, Christian Leonardi.

I media nazionali non abbandonano il caso della puerpera aretusea e della misteriosa morte. Questo pomeriggio, a tornare sul caso Ardita è stata la trasmissione “La vita in diretta”.

Moltissime persone, infatti, hanno fatto da spalla alla famiglia Ardita nella ricerca della verità. Presenti amici, conoscenti o semplici siracusani che chiedono giustizia per la morte di Eligia. Accanto a papà Agatino e mamma Graziella quest’oggi era presente Patrizia Cappuccio, la soccorritrice del 118 che si recò a prestare soccorso ad Eligia in quella maledetta notte.

In studio l’avvocato del marito di Eligia, e la criminologa incaricata dalla famiglia la dottoressa Roberta Bruzzone. Pochi minuti di collegamento tra lo studio Rai e Siracusa nel tentativo di accelerare i tempi.

Dopo otto mesi dalla morte di Eligia, intanto, l’immobile coniugale sito in via Calatabiano è stato posto sotto sequestro. Saranno i carabinieri dei Ris di Messina, nei prossimi giorni, ad entrare all’interno dell’appartamento per eseguire i rilievi scientifici alla ricerca di microscopiche tracce organiche che possano ricondurre a fare definitivamente chiarezza sulla morte di Eligia e su quanto accaduto quella notte del 19 gennaio 2015.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: