ULTIM'ORA

Siracusa, mondiali di Canoa Polo: bronzo per gli azzurrini. Oggi diretta su Rai Sport


mondiali canoapolo - siracusatimes

News Siracusa: l’Italia della canoa polo conquista il bronzo mondiale al torneo iridato di Siracusa, in un’arena di Ortigia incandescente e ribollente d’entusiasmo per lo straordinario risultato degli under 21 azzurri. La formazione di Pierpaolo Arganese sale sul terzo gradino del podio grazie alla vittoria per 5-4 conquistata al golden goal contro la Spagna. Un match infinito, esaltante, con l’Italia ad un passo dalla vittoria al termine del secondo tempo ma raggiunta sul pari e costretta all’overtime dagli iberici.

Inizio fulmineo dell’Italia che tiene testa alla Spagna, si presenta pericolosamente davanti alla porta avversaria più volte e passa al minuto sei grazie a Fabrizio Massa. Ad un minuto dal cambio di campo tocca poi ad Alexander Sasha Cardini infilare il pallone in rete per il goal del 2-0. La Spagna riesce ad accorciare le distanze prima del riposo e dieci secondi dopo il raddoppio azzurro trova la via della rete con Miguel Hueso. Nella ripresa la formazione di Arganese trova l’immediato tris grazie a Giacomo Fanti ma la risposta, ancora una volta immediata, è firmata per gli iberici da Alejandro Valls. Simone Mirabile illude gli azzurri con la rete del 4-2 al terzo minuto, la partita si innervosisce con gli azzurri che incappano in tre cartellini verdi e subiscono il goal del 4-3 ancora a firma di Valls. A 61 secondi dal termine l’Italia cede per la quarta volta dopo aver pregustato per ampi tratti del match la vittoria. Miguel Hueso manda il match all’overtime, Italia che si chiude bene in difesa, Spagna che prova ad attaccare senza fortuna e al minuto 2.41 del supplementare arriva dal sardo Giacomo Fanti il goal della gioia. 5-4, delirio a Siracusa per la medaglia di bronzo conquistata dai giovani under 21 dell’Italia allenati dal “siracusano doc” Pierpaolo Arganese.

Questi gli azzurri dell’under 21 vincitori del bronzo mondiale:

1 –   Alexander Sasha Cardini, classe 1997, nato in Russia, Idroscalo Club.

2 –   Giacomo Fanti, classe 1995, nato a Torino, Canottieri Ichnusa.

3 –   Giuseppe Perrotti, classe 1996, nato a Napoli, CN Posillipo.

4 –   Tommaso Ricciardi, classe 1996, nato a Sarzana (La Spezia), Arci B.M. Lerici.

5 –   Francesco G. La Barbera, classe 1997, nato a Palermo, Marina San Nicola.

6 –   Alberto Lomonaco, classe 1997, nato a Napoli, CN Posillipo.

7 –   Simone Mirabile, classe 1997, nato a Catania, Katana.

8 –   Paolo Zifferero, classe 1997, nato a Roma, Mariner CC.

9 –   Fabrizio Massa, classe 1996, nato a Napoli, CC Napoli.

10 – Andrea Costagliola, classe 1995, nato a Napoli, CC Napoli.

“Sto vivendo un sacco di emozioni bellissime. E’ la prima volta che vinco un mondiale con la nazionale. Peccato per la semifinale ma arrivati a lottare per il bronzo, questa medaglia era quello che volevamo”: ha commentato Andrea Costagliola.  “Appena ho segnato sono esploso in un urlo di gioia perché so tutti i sacrifici che abbiamo fatto. L’oro sarebbe stato il massimo ma il bronzo va bene. Anche la partita della finale che ho seguito è stata entusiasmante, anche la Gran Bretagna ha vinto al golden goal”: ha raccontato Giacomo Fanti.

E’ tutto pronto, oggi dalle 10.10 alla “canoe polo arena” di Siracusa e in diretta su Rai Sport 1, per la semifinale della nazionale senior maschile che gli azzurri giocheranno contro la Spagna. Un risultato che i nostri hanno oggi conquistato grazie al roboante e tennistico 6-0 contro l’Olanda e nonostante la sfortunata sconfitta per 3-2 contro la Francia. Risultati che hanno permesso agli azzurri di chiudere al secondo posto il girone O e di qualificarsi alla semifinale come seconda del raggruppamento:

Classifica:

15 Francia

10 Italia

7   Nuova Zelanda

6   Danimarca

6   Olanda

0   Taipei

Protagonisti nel 6-0 dell’Italia sull’Olanda sono Bertelloni e Bellini, autori entrambi di una doppietta, Novara e Haack, anche loro in goal, e la compattezza del gruppo di Rodolfo Vastola. Un gruppo che lotta a viso aperto contro i campioni del mondo della Francia impegnata domani nell’altra semifinale contro la Germania. Transalpini che contro gli azzurri vincono 3-2 grazie al goal decisivo di David Linet; Italia a segno con Bellini e Haack, quest’ultimo duttile e determinante sia sotto porta sia quando si tratta di prendere a “sportellate” gli attaccanti avversari e allontanarli dalle zone pericolose del campo.

Per quanto riguarda le azzurre, ieri un’ottima Italia per la prima metà di gara si arrende a testa alta alle tedesche campionesse del mondo in carica che si impongono 5-2, estromettendo di fatto la squadra di Francesca Ciancio dalla lotta per le medaglie. Primo tempo chiuso a reti inviolate, con le teutoniche che lottano in attacco mettendo spesso sotto pressione Lago e compagne; la tenacia difensiva delle azzurre però è superiore, anche quando incappano in un’inferiorità numerica per il giallo a Prestipino. Il match cambia nella seconda metà di gara con le ragazze di Francesca Ciancio che dopo aver provato in attacco con Catania e Landolina, risentono degli attacchi avversari e vanno sotto. A sbloccare il risultato è Tonie Lenz dopo un minuto dall’inizio del secondo tempo, poi tocca a Gilles, Sinsel e Neher allungare sul 4-0. Landolina e Catania accorciano le distanze riducendo lo svantaggio, la Germania però allunga di nuovo con Gilles che chiude i conti.

Italia femminile in campo oggi contro il Canada per l’ultima partita del girone. Alle 10.10 semifinale maschile, in diretta su RAI SPORT 1, tra Italia e Spagna. Dalle 11.10 semifinali femminili, nel pomeriggio e in diretta su RAI SPORT 2, dalle 15.30 finali per l’oro femminile e maschile.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: