ULTIM'ORA

Siracusa, Luigi Cavarra: “Si proceda con la riqualificazione della piazzetta di via Regia Corte”


via regia corte Siracusa TimesNews Siracusa: “La cura e il rispetto per l’ambiente in cui si vive sono di basilare importanza per un vivere civile nei luoghi che ci appartengono e che costituiscono i tratti identitari della nostra storia”. Lo dichiara Luigi Cavarra, consigliere di circoscrizione Acradina.

Cavarra prosegue affermando: “In qualità di consigliere di quartiere Acradina ho riposto la mia attenzione anche su quell’area archeologica dietro la piazzetta di via Regia Corte già sistemata nel maggio 2014 con la collaborazione dei professori Fazzina e Romano, il Comune e la scuola Vittorini. Nel mese di giugno 2014 ho fatto pulire con l’intervento da parte di IGM, da erbacce e sterpaglie, una zona dove era impossibile entrare. L’obiettivo è stato sin da subito perpretare una riqualificazione della zona da poter, in un prossimo futuro, consegnare alla collettività.

Si tratta, infatti, di una zona archeologica da preservare e da sfruttare per l’eventuale realizzazione di progetti didattici o per altre attività culturali e ludiche. La zona potrebbe essere affidata alle cure della scuola antistante oppure alla stessa circoscrizione.

A tal proposito, chiedo al Comune e all’assessorato competente, l’intervento di diserbo per poter ripulire la zona, nonostante sia già stato chiesto in passato. Il luogo risulta attualmente abbandonato e privo di illuminazione nella piazzetta antistante. Suggerisco giusto i piccoli interventi che per il cittadino residente possono rivelarsi grandi. Quel sito archeologico necessita di immediato decoro (vanno bene le giornate di Decoro day nulla da ridire ma a mio avviso Siracusa attualmente ha bisogno di decoro everyday) e dignità per evitare che continui ancora questa viziata mentalità di non riqualificare gli spazi che abbiamo a disposizione. Rendere vivibili tali spazi risulta necessario se si ambisce ad una visione della città funzionale, efficiente ed al servizio del cittadino al quale fin troppo finora è stato sottratto”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: