ULTIM'ORA

Siracusa. L’On. Zappulla sulla visita del sottosegretario alla salute Faraone: “spero abbia portato novità positive”


News Siracusa: “sono rammaricato per non avere potuto accogliere l’invito del Sottegretario Faraone essendo impegnato di mattina a Enna all’università all’inaugurazione del nuovo anno accademico e nel pomeriggio a Roma per le Audizioni importanti in Commissione Scieri.  Chiedo ugualmente  al Sottosegretario ma, soprattutto al Sindaco di Siracusa, cosa si sta facendo concretamente  per realizzare il nuovo Ospedale e per evitare che i finanziamenti previsti siano definitivamente cancellati”. A commentare la visita del sottosegretario alla Salute Faraone è l’On. Pippo Zappulla.

 “Ho sostenuto, infatti, nei mesi scorsi  la tesi che il nuovo ospedale andava fatto, in via prioritaria, utilizzando  gli spazi dell’ex Onp. E questo  per realizzare la Cittadella della Salute e per un importante contenimento dei costi. Avevo chiesto di valutare con assoluta celerità e rigore, sul terreno tecnico e legale, però,  se – come da taluni palesato-  esistevano ostacoli di vincolo ambientale e pasesaggistico insormontabili. In tal caso, senza alcuna perdita di tempo, si doveva procedere all’individuazione di un’altra area adeguata, con i giusti e necessari spazi, con la viabilità indispensabile e liberato da ogni interesse affaristico. Dalle notizie, non certo riservate, in mio possesso questi ostacoli giuridici non solo sono confermati ma vengono dichiarati dalla Regione e dalla Soprindentenza insormontabili”.

“Non capisco cosa si aspetta quindi!!! Il Sindaco di Siracusa ha il diritto e i dovere di assumersi la responsabilità di raccordarsi con L’Assessore Regionale alla Sanità e con il Direttore Generale per individuare una soluzione e proporla alla valutazione delle commisisoni e del Consiglio Comunale. Sinceramente non capisco questo silenzio attendistico e omissivo come se a risolvere la questione devono essere soggetti esterni non bene identificati. La verità amarissima è che se si perde ancora del tempo il nuovo ospedale di Siracusa diventerà un altro fallimento siracusano e siciliano”.

“Così come non ho ben compreso se sono venuti fuori elementi di novità sui necessari interventi da realizzare nel territorio. Parlo della rete oncologica, dell’istituzione di onco-ematologia e delle patologie da inquinamento industriale ad Augusta. Parlo dei centri di rianimazione a Lentinti e ad Avola. Parlo di tutte le criticità presenti nel territorio sia sul terreno infrastrutturale, delle attrezzature e del personale che non consentono ancora, nella provincia di Siracusa,  di affermare compiutamente  il diritto alla salute. Per avere risposte su queste emergenze incontrerò nei prossimi giorni  il Dott. Burgaretta e l’Assessore Regionale Gucciardi”: ha concluso.

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: