ULTIM'ORA

Siracusa. L’Holimpia sconfitto dal Cerignola al Palakradina


News Siracusa: all’Holimpia Paomar Siracusa non basta il grande cuore messo in campo e una super prestazione di capitan Franzò (19 punti per lei alla fine dell’incontro). Le siracusane nel terzo turno di B2 sono costrette a inchinarsi contro il Cerignola volley. Al Palakradina finisce 3-0 per le ospiti, ma l’Holimpia, tolta la seconda metà del terzo set è sempre stata agganciata alle avversarie nel punteggio e nella seconda frazione ha dovuto fare anche i conti con la sfortuna. Sul 22 pari, infatti, il nastro ha fatto morire sul campo delle siracusane un pallone che sembrava non dover superare la rete, e che invece, di fatto, ha regalato il punto che ha dato il via al 2-0 ospite.

Il mister delle siracusane Santino Sciacca recupera in extremis sia Federica Furlanetto, fermata in settimana da un attacco influenzale, sia Sara Gabriele, la cui presenza era in dubbio fino a pochi minuti dal fischio d’inizio del match. Il primo parziale va avanti in perfetto equilibrio con le siracusane che provano due piccoli strappi, sul 10-8 prima e sul 14-12 poi, ma vengono riacciuffate dalle pugliesi. Si prosegue punto a punto fino al 20-20 ma l’Holimpia sbaglia qualche attacco di troppo e le ospiti ne approfittano, aggiudicandosi il parziale per 21-25.

Discorso simile anche nel secondo set, con Holimpia e Cerignola che vanno a braccetto nel punteggio. Nessuna delle due formazioni riesce a dare la spallata decisiva per aggiudicarsi il parziale. A complicare le cose ci si mette anche la sfortuna, con il ventitreesimo punto delle ospiti ottenuto in maniera fortunata e rocambolesca. Dopo una buona difesa del Cerignola, il pallone danza sul nastro, sembra destinato a cadere sul campo delle “pantere” (questo il soprannome del Cerignola) ma invece in maniera beffarda si spegne su quello delle padrone di casa. Situazione spartiacque dell’incontro, con le ospiti che si aggiudicano il set col punteggio di 23-25.

Nel terzo set le siracusane provano a reagire, ma sono particolarmente imprecise in battuta. Le pugliesi, abili ad aggrapparsi all’ottima vena realizzativa di Ameri e Bisceglia, a metà del set prendono il largo portandosi sul 13-17. L’Holimpia ha un ultimo sussulto di orgoglio e riesce a ricucire in parte lo strappo, portandosi sul 20-22, ma è troppo tardi per mettere nuovamente in piedi la partita. Le ospiti non si scompongono e con i loro elementi di maggiore qualità fanno propria anche la terza frazione, aggiudicandosi l’incontro (21-25).

“La fortuna aiuta gli audaci e loro forse lo sono state più di noi – commenta il mister dell’Holimpia Santino Sciacca facendo riferimento all’episodio del secondo set-. Oggi – prosegue il mister nella propria analisi del match – non abbiamo espresso la nostra migliore pallavolo, anche se devo ammettere che siamo andati abbastanza bene in ricezione e non male in difesa, ma abbiamo avuto troppe difficoltà in contrattacco. Questo è uno sport fatto sì di difesa, ma poi bisogna anche saper mettere il pallone a terra nella metà campo avversaria, e oggi in questa componente abbiamo avuto delle difficoltà, pagandole a caro prezzo. La squadra ha un grande cuore, ma purtroppo non basta per poter mettere punti in classifica, anche se sapevamo che ci saremmo potuti trovare in questa situazione, visto che abbiamo quasi totalmente modificato e ringiovanito il nostro roster. In più il calendario in queste prime partite di campionato ci ha messo di fronte squadre ben attrezzate. Adesso non ci resta che continuare a lavorare in palestra durante la settimana perchè sono sicuro che il lavoro paga sempre.”

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: