ULTIM'ORA

Siracusa: l’Associazione Terrauzza Fanusa Milocca e il programma per il 2015


fanusaNews Siracusa: l’ Associazione Terrauzza Fanusa Milocca sta programmando gli interventi da eseguire nel 2015 sul territorio di pertinenza. Il combattivo gruppo del TFM sta infatti valutando ipotesi di lavori e sistemazioni di aree marginali, degradate e  discariche.

Di recente il Consiglio Direttivo (formato da 9 elementi) ha votato favorevolmente il bisogno di creare un piano manutentivo del Parco Giochi della Fanusa. Dal Giugno 2013 infatti tutte le opere di bonifica e sistemazione a verde sono state a carico dell’Associazione di volontariato. Dopo un consulto con l’AMP Plemmirio, dal quale si evince che non vi sono protocolli successivi a quello di bonifica del 2012 riguardanti l’area appartenente al Demanio Marittimo, si spinge per far inserire il Parco Oasi Fanusa all’interno del nuovo bando di gestione del Verde Pubblico. Ciò che si richiede è l’attuazione di un programma di manutenzione ordinaria del Parco da parte dell’Amministrazione Comunale redatto dall’Associazione.

Tutto ebbe inizio – afferma il presidente Santuccio –  quando noi residenti ci incontrammo con gli enti preposti, trovando subito entusiasmo, disponibilità e sinergia con Demanio Marittimo, AMP Plemmirio e Capitaneria di Porto. Così nacque il Parco Giochi per la felicità di tutti i residenti e villeggianti. A tale progetto, redatto dal sottoscritto, parteciparono anche il Comune di Siracusa con installazione di attrezzature da gioco comunali e la Spes95, azienda che fece da sponsor per la realizzazione benefica dell’area a verde in regalo alla comunità”.

“Oggi – prosegue Santuccio –  è fisiologico che il Comune prenda in mano l’opportunità di far rientrare anche quest’area nel capitolato del nuovo bando di gestione del verde pubblico. Quello che chiediamo è la semplice manutenzione ordinaria (sfalcio e potature) in diversi passaggi annui, mentre tutti gli altri lavori manutentivi resterebbero a carico dell’Associazione di volontariato ( irrigazioni, fertilizzazioni, addobbi primaverile e natalizio, integrazione piante, sorveglianza e riparazione attrezzature, svuotamento cestini, etc.). L’inserimento è a discrezione di chi redige il bando, per cui stiamo inoltrando richiesta sperando che tutto ciò accada, come è giusto che sia essendo un parco pubblico e sempre più frequentato dai bimbi della nostra zona oltre che da anziani e turisti”.

Il nostro Parco – dice con orgoglio il consigliere Santorino–  è un gioiello venuto fuori dalla nostra buona volontà e dalla rabbia per essere sempre secondi a qualche altro quartiere della città. Da un anno e mezzo lavoriamo gratuitamente sul nostro territorio, spesso con più dedizione e sacrificio di chi lo fa per mestiere.

Oggi, con i nostri “modi” a volte provocatori e duri, abbiamo tante buone nuove come i contenitori della Raccolta Differenziata (utopia solo un anno fa), il contenitore per la raccolta degli Olii Esausti, parte dei segnali stradali danneggiati sono stati sostituiti, il cassone primaverile-estivo per gli sfalci e i rifiuti ingombranti, quasi 100 compostiere domestiche per le nostre villette, un Parco Giochi per i nostri figli e nipoti,una splendida Pista Ciclabile che collega la Fanusa all’Arenella, un meraviglioso terrazzamento doppio in via Doria ancora da ultimare ed un rapporto diretto e sistemico con enti pubblici ed altre associazioni della zona balneare. Stiamo provando a far capire agli Enti che devono attenzionare il nostro territorio meticolosamente. La Fanusa ha un potenziale turistico spaventoso, impossibile che chi ci amministra non se ne accorga.”

A Dicembre – conclude il vicepresidente dell’associazione Tfm, Giancarlo Russo –  ci saranno le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo T.F.M. con la votazione del nuovo Presidente con carica a partire del 23 Aprile 2015. Stiamo lavorando per il futuro e sono in atto progetti favolosi per continuare con determinazione questa marcia di acculturamento e stimolo ad amare la nostra terra. Lo devono capire i residenti, i villeggianti e soprattutto i politici. Non essendo schierati con nessun partito siamo liberi di muoverci in tutte le direzioni. Per noi non cambia nulla se ad amministrarci è la destra o la sinistra. Noi combatteremo ancora a lungo per i nostri diritti. C’è bisogno di nuovi soci, idee, persone che si avvicinano a noi.

A Dicembre vi sarà un ri-assetto costitutivo dell’Associazione per iniziare il 2015 con le idee chiare. Se ad oggi abbiamo ottenuto (come sottolinea Santorino) tante buone nuove, è perchè non abbiamo mai giocato di difesa ma d’attacco. La nostra pasta è questa, Concretezza, Libertà e Determinazione. Spesso gli Enti ci sostengono perchè vedono la benevolezza delle nostre azioni. L’Oasi Fanusa resta il nostro gioiellino, casa nostra, sarebbe scandaloso che fosse emarginato dal nuovo bando del Verde Pubblico.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: