ULTIM'ORA

Siracusa. L’associazione “Io e il mio papà” incontra l’assessore Gasbarro sul registro della Bigenitorialità


io e il mio papà

News Siracusa: in questi giorni è stato organizzato un incontro fra il Presidente dell’associazione “Io e il mio papà”, Maurizio Cappuccio con l’assessore ai Servizi Demografici, Teresa Gasbarro e la dottoressa Mantineo, Responsabile dell’ufficio Anagrafe del Comune di Siracusa, sul tema del Registro della Bigenitorialità

“Dalla riunione – dichiara Cappuccio sono emersi dati fondamentali nell’obiettivo di una collaborazione tra enti pubblici nell’ottica di un miglioramento dei servizi per i cittadini. Infatti, la dottoressa Mantineo ha rassicurato la scrivente, promotrice dell’iniziativa, sulla prassi attuata dall’ufficio Anagrafe nei casi previsti dal regolamento del Registro della Bigenitorialità, ovvero ha chiarito che il comune di Siracusa già si mobilita per effettuare la doppia comunicazione ai genitori non conviventi nei casi in cui venga richiesto dal genitore collocatario un cambio di residenza e/o un trasferimento presso altro comune e nel caso di cambio dello stato di famiglia, in tutti i casi, ovviamente, ove sia presente uno o più minori.

Abbiamo sollecitato anche – prosegue il Presidente dell’associazione “Io e il mio papà” – una maggiore comunicazione con enti e istituti scolastici e anche su questo tema abbiamo ricevuto rassicurazioni dalla dottoressa Mantineo in quanto esiste già la possibilità da parte dei suddetti enti di accedere al sistema anagrafe, previsione esplicitata nella legge 241/90 che tratta le nuove norme sul procedimento amministrativo e sull’accesso a tali documenti, legge che troppo spesso via dimenticata e/o ignorata dai vari soggetti preposti alle funzioni anagrafiche.

Pertanto, insieme all’assessore Gasbarro, ci siamo impegnati a predisporre un Protocollo d’Intesa tra i vari enti per ricordare tali previsioni e richiamarli all’utilizzo di questi strumenti importantissimi per agevolare e migliorare la vita dei cittadini, ed in questo caso proprio dei genitori separati che vengono spesso tenuti all’oscuro di quanto concerne la vita dei propri figli.

Dall’incontro è emersa un’altra problematica sollevata dalla dottoressa Mantineo per la quale abbiamo dato ampia disponibilità affinché si possa trovare una soluzione, ovvero pare che il Tribunale dei Minorenni non sempre comunichi all’ufficio Anagrafe l’eventuale decadimento dalla potestà genitoriale dei genitori creando non poche difficoltà ai dipendenti dell’ufficio anagrafe che potrebbero trovarsi in situazioni di particolare disagio. Ci siamo impegnati a sollecitare – conclude Cappuccioil Presidente del Tribunale dei Minorenni di Catania affinché venga posta in essere la giusta comunicazione con l’ufficio anagrafe”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: