ULTIM'ORA

Siracusa: l’associazione FutureDem Floridia promuove il diritto allo studio


floridia futuredem diritto allo studio siracusa times

L’associazioneFutureDem Floridia.

News Siracusa: l’associazione FutureDem con filiale nella provincia di Siracusa di cui fanno parte Gabriele Di Mauro, Giancarlo Tralongo, Martina Invernale, Danny Correnti, Alessandro Augello, Tiziano Spada segretario e Gaetano Pavano coordinatore, ha suggerito al consiglio comunale di Floridia un bando che incentivi e tuteli il dirittto allo studio. Il bando proposto dall’associazione ha come fine sostenere le famiglie degli studenti universitari meno abbienti. Condizioni economiche spesso difficoltose e precarie impediscono il regolare percorso universitario dei giovani studenti ed un sostegno tangibile da parte di strutture pubbliche potrebbe essere la soluzione. Il ruolo decisivo delle istituzioni risulta dunque cruciale.

Gaetano Pavano coordinatore dell’associazione dichiara: “Consapevoli che ci sono già enti predisposti a tale scopo ma che per ovvi motivi non riescono a garantire un sostegno a tutti gli studenti meritevoli, crediamo che anche il nostro Comune debba munirsi di un regolamento in tal senso adottando le misure che riterrà più opportune”.

Il bando è stato presentato giorno 23 Febbraio nel comune di Floridia in occasione del consiglio comunale. Altri comuni hanno aderito alla meritevole iniziativa è il caso di Enna, Biancavilla e Priolo. L’associazione, che crede nel sostegno del proprio comune, promuove una maturitá intellettuale forte in uno scenario ed in una società in cui la cultura diventi più facilmente fruibile. Il diritto alllo studio, secondo FutureDem, va sostenuto ed incentivato con i più svariati mezzi. Le istituzioni devono dunque intervenire affinché sia possibilità di tutti e non solo di alcuni concludere il proprio percorso formativo. Una società che non discrimina la formazione dei giovani in base alle possibilità economiche è una società realmente civilizzata.

Il coordinatore Pavano conclude: “Come parte attiva della società, l’associazione si mette a disposizione delle suddette istituzioni per collaborare alla realizzazione di tale bando nella speranza che le stesse istituzioni sopracitate accettino la nostra proposta”.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: