ULTIM'ORA

Siracusa, l’associazione Astrea e la riqualificazione dell’ex Palazzo delle Finanze


operazione palazzo storico
News Siracusa: Una ventina di  volontari dell’associazione Astrea, nata in memoria di Stefano Biondo,  hanno  con dedizione e passione riqualificato la corte dell’ex palazzo delle Finanze, in Ortigia, rispondendo ad un appello rivolto da chi lavora in quella sede tutti i giorni e che tra l’altro – data la bellezza del luogo  -soffriva a vedere lo storico edificio mortificato e in condizione di degrado.
Da fonti informatiche: l’ex palazzo delle Finanze è, in realtà, una parte del maestoso Convento dei Gesuiti (il più grande e monumentale del centro storico di Siracusa) la chiesa si trova a breve distanza da piazza Duomo. La fastosa chiesa, consacrata ai “Santi Giuseppe e Ignazio di Loyola” ( fondatore dell’Ordine dei Gesuiti), è considerata come la più grande di Ortigia, cosi come la cattedrale di “Santa Lucia”.
La chiesa e il relativo collegio vennero progettati nel 1635 si pensa da Giovanni Vermexio, ma a causa del terremoto dell’11 Gennaio 1693 gli architetti Pompeo Picherali e Rosario Gagliardi, restaurarono il monumentale complesso.
In quegli anni, il collegio dei Gesuiti di Siracusa ha avuto una fama culturale  importante in tutta la Sicilia meridionale, fino a quando nel 1767 l’ordine venne espulso da Siracusa dal regime borbonico fino – secondo fonti storiche – al 1837. Dal 1860 il collegio dei Gesuiti passò alle autorità governative di Siracusa, che lo fecero divenire prima sede del tribunale cittadino, poi ufficio dell’esattoria e dei Tributi (da cui il nome “Ex Palazzo delle Finanze”).
Attualmente, il complesso comprende alcuni uffici della Guardia di Finanza, nonché il Genio Civile, la Commissione Tributaria Regionale, la Commissione Tributaria Provinciale e la Sovrintendenza BB.CC.A.A
<Ci ripaga la soddisfazione – precisa Rossana La Monica, presidente della Onlus Astrea, nata in memoria di Stefano Biondo – di aver ridato  dignità ad un luogo bello e suggestivo come il palazzo e la  corte. Durante il nostro intervento numerosi sono stati i turisti armati di fotocamera che hanno immortalato il luogo suggestivo, che adesso  mostra le sue bellezze, finora  nascoste da sterpaglie.  I volontari  da sempre hanno dimostrato con i fatti, un forte legame con il tema dei beni comuni, dalla valorizzazione degli spazi pubblici ad eventi di solidarietà, senza tralasciare aspetti ricreativi. Tra l’altro, da poco abbiamo presentato un progetto per la riqualificazione delle due fontane in spoglio cemento armato in piazza Santa Lucia, quartiere che ha già visto innumerevoli interventi di riqualificazione da parte dell’associazione>.
© Riproduzione riservata


Articoli correlati: