ULTIM'ORA

Siracusa. L’approvazione del DUP ritenuta illeggittima. Vinciullo, Castagnino e Alota: “chiederemo intervento della Magistratura”


vinciullo castagnino alota siracusa timesNews Siracusa: illegittima l’approvazione del Documento Unico di Programmazione del Comune di Siracusa (leggi qui). Questa l’opionione dell’Onorevole Vincenzo Vinciullo che richiede l’intervento del Prefetto e della Magistratura per porre fine “a questo disordine amministrativo al Comune di Siracusa. Non siamo disponibili ad alimentare guerre intestine nel PD”.

Il Documento Unico di Programmazione del Comune di Siracusa  – spiega Vinciullo – è stato approvato in aperta violazione del regolamento e per questo motivo chiederò la nomina di un Ispettore regionale che venga a verificare se le procedure sono state corrette oppure, come riteniamo, sono viziate e di conseguenza il Documento Unico di Programmazione approvato dal Consiglio Comunale di Siracusa è tamquam non esset, cioè come se non fosse mai stato approvato.

“I Presidenti di qualsiasi consesso – hanno proseguito l’On. Vinciullo e i Consiglieri Comunali Salvatore Castagnino e Fabio Alotasi devono distinguere per moderazione, equilibrio e, soprattutto, rispetto dei regolamenti. Quando il regolamento non solo non viene rispettato, ma viene calpestato, è evidente che bisogna alzare la voce per farsi ascoltare.Il problema vero è che nessun Presidente dovrebbe portare i Consiglieri Comunali ad alzare la voce. Dovrebbe essere convincente, autorevole e rispettoso, lui per primo, dei regolamenti e, di conseguenza, lo stesso comportamento verrà assunto dai Consiglieri stessi. Quando si cerca di violentare e violare il regolamento statutario, è chiaro che ogni Consigliere Comunale ha l’obbligo di farlo rispettare e di attuare tutte le strategie affinché ciò avvenga. Ciò posto – ha proseguito l’On. Vinciullo – se continueranno questi atteggiamenti di prevaricazione e provocazione, io consiglierei a tutti i Consiglieri dell’opposizione di abbandonare definitivamente l’Aula, di prendere ogni provvedimento e inviarlo in Procura, così, anziché essere sottoposto al controllo dei Consiglieri eletti dai cittadini, a controllare sarà la Procura di Siracusa”.

“Abbiamo letto poi – hanno continuato Vinciullo, Castagnino e Alota  di ulteriori sfide che lancia il Presidente del Consiglio Comunale, laddove dice che il Nuovo Centrodestra non fa opposizione alla Giunta Garozzo.  Non abbiamo capito queste dichiarazioni, forse la lotta interna del PD è tanta e tale che il Presidente del Consiglio Comunale, non avendo il coraggio di farlo lui, ci spinge ad assumere atteggiamenti aggressivi nei confronti del Sindaco del suo stesso partito?Anche in questo caso sbaglia! Noi l’opposizione la facciamo non per alimentare gli scontri all’interno del PD ma perché i cittadini ci hanno chiesto di svolgere questo ruolo che stiamo svolgendo con lealtà, correttezza e senza farci coinvolgere nelle beghe interne del PD.

“Quindi – hanno concluso Vinciullo, Castagnino e Alota – rispediamo indietro le provocazioni del Presidente del Consiglio Comunale e lo invitiamo a svolgere il ruolo a cui è stato chiamato, nel rispetto del regolamento e ossequioso a quell’equilibrio che si impone a chi decide di fare il Presidente del Consiglio Comunale”. 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: