ULTIM'ORA

Siracusa: la verità dietro la rimozione dello striscione bianconero, parla il Club Juventino


rsz_110850599_10206681747351283_730680512_nNews Siracusa: il condomio bianconero si “spoglia” prima della finale di Champion League. La notizia di pochi minuti fà ha fatto il giro del web e dei social, generando sentimenti contrari, nonchè incompresioni, tra juventini e la cittadinanza aretusea per capirne le motivazioni.

Ma la verità dietro la rimozione dello striscione è che, come spiegato dal club juventino di viale zecchino, il gesto era un’omaggio alla vittoria dello scudetto ottenuta poche settimane fa. L’iniziativa è stata, infatti, realizzata nell’intera giornata di sabato. Risulta, quindi, chiaro che a pochi giorni dalla vittoria del campionato, sarebbe stata inevitabile la rimozione della coreografia.

Il presidente del Club bianconero afferma che l’obiettivo della loro iniziativa non scaturisce solo da una forte passione nei confronti della squadra, ma anche da un occasione per richiamare alla memoria la strage del 1985, ricordando che il calcio deve rappresentare un’occasione di svago e di festa e non un momento in cui delle vite vengono spezzate.

Il caso vuole, poi, che la formazione dei giocatori della juventus schierata in campo per la partita di campionato e che ha decretato la vittoria dell’ambito scudetto, sia la stessa di quella che il ct Allegri ha intenzione di mettere in campo per la finale di sabato prossimo.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: