ULTIM'ORA

Siracusa: la seconda edizione di “Su le mani”. La Lingua dei Segni una prerogativa della scuola “Elio Vittorini”


Foto VittoriniNews Siracusa: con il progetto “Su le mani” il linguaggio dei segni è sempre più presente tra gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Elio Vittorini”. Si rinnova, anche quest’anno, la consocenza del linguaggio non verbale a scuola con la Lingua dei Segni Italiana. A seguito di quella positiva esperienza dell’anno scorso, nel mese di dicembre è stata rinnovata –  grazie alla collaborazione tra la Dirigente della Scuola, Dott.ssa Rosanna Olindo, e del Presidente della Sezione Provinciale dell’Ente Nazionale Sordi di Siracusa, Sig. Salvatore Risuglia – un nuovo appuntamento con la lingua dei gesti.

L’iniziativa, destinata agli alunni di una classe della scuola primaria, in cui è presente anche un bambino sordo, prevede la realizzazione di attività formative in Lingua dei Segni con l’obiettivo di consentire ai piccoli alunni di approfondire e ampliare quanto imparato l’anno scorso e poter sempre meglio interagire con il loro compagno di classe.

Un progetto che è stato reso possibile dal contributo di ESSO Italiana, Raffineria di Augusta e SB SETEC di Siracusa, entrambi al loro secondo appuntamento per rinnovare il loro appoggio per il progetto soldiale, che nonostante le mobilitazioni nazionali dei sordi, dell’ENS e di altre associazioni, sembra non essere avvertito dal Governo Italiano.

Ancora incapace di far rispettare le raccomandazioni del Consiglio d’Europa, relegando l’Italia tra le pochissime nazioni in cui la Lingua dei Segni non è ancora stata riconosciuta. Nella città di Siracusa, comunque, vengono iniziative volte all’abbattimento delle barriere comunicative partendo proprio dai bambini nelle scuole.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: