ULTIM'ORA

Siracusa, la realtà virtuale applicata all’economica circolare: l’istituto “Giaracà” aderisce al progetto Waste Travel 360°


foto dal web

News: sensibilizzare i giovani e le famiglie sull’importanza del valore del rifiuto inteso come risorsa indispensabile per tutelare il mondo in cui viviamo. E’ l’obiettivo del x Istituto Comprensivo “Emanuele Giaracà” che ha aderito al Progetto WASTE TRAVEL 360° Domani, mercoledì 24 maggio 2017, presso i locali di via Asbesta si volgerà il primo progetto di realtà virtuale applicata all’Economia Circolare. Alle ore 10 l’iniziativa sara’ presentata ed esplicitata nei vari aspetti culturali, formativi e pedagogici. Successivamente, alle ore 10:30 tutti gli studenti parteciperanno all’attivita’ educativa e didattica. La lezione, si svolgerà nella prima parte al monitor, dove scorreranno le immagini del rifiuto prescelto, arricchito d’inserti testuali e didattici, con la possibilità di approfondimenti specifici, e nella seconda parte, prettamente più ludica, con i visori VR attraverso i quali gli alunni potranno compiere l’esperienza interattiva spiegata in precedenza dall’educatore. Durante la lezione si prevede, oltre che il coinvolgimento gli insegnanti, anche la partecipazione delle aziende di gestione dei rifiuti e le società dell’industria del riciclo, con la possibilità di attivare dei focus sui singoli materiali con lo scopo di completare il percorso formativo proposto.

Il progetto Waste Travel 360°, già patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, e realizzato insieme alla collaborazione di una giovane start-up Pearl Eye e con il supporto tecnologico di Samsung e dei Consorzi di filiera, è volto a sensibilizzare i giovani e le famiglie sull’importanza del valore del rifiuto, inteso come risorsa indispensabile per un futuro proiettato verso una Economia Circolare. Forti dell’esperienza di successo delle varie edizione di Raee@Scuola e di Non Mi Rifiuto, prima campagna ambientale realizzata attraverso il linguaggio universale della musica, quest’anno abbiamo deciso di adottare e proporre ai Comuni italiani il Waste Travel 360°.

Waste Travel prevede un percorso di formazione continua con modalità didattiche assolutamente innovative e uniche nel contesto europeo, grazie all’utilizzo di dispositivi VR che consentono di compiere una visita immersiva ed interattiva attraverso immagini a 360° nel mondo dei rifiuti e della loro trasformazione sino alla realizzazione del prodotto finale. Il prodotto, realizzato con la preziosa collaborazione dei Consorzi di filiera che si occupano per legge dell’avvio al riciclo di determinati flussi di rifiuti, è inoltre ricco di contenuti multimediali che consentono al bambino- navigatore di entrare nell’impianto industriale stimolando la curiosità e la fantasia, aprendo al contempo gli occhi delle giovani generazioni verso l’affascinante mondo della trasformazione della materia.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: