ULTIM'ORA

Siracusa: la proposta del consigliere Bonafede sulla riqualifica dell’area Riva Forte Gallo e sulla pulizia dei fondali antistanti l’ex ponte Calafatari


News Siracusa: il consigliere comunale Tony Bonafede si fa promotore di un progetto di riqualifica dell’area denominata Riva Forte Gallo richiedendo che venga presto effettuato un intervento di pulizia dei fondali miratamente al tratto di mare antistante l’ex ponte Calafatari.

Per questa ragione, il consigliere Bonafede si è rivolto al Comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, al Prefetto, all’Assessorato territorio e ambiente, alla Soprintendenza del mare, al Genio Civile sezione Opere marittime, al Commissario straordinario per l’emergenza rifiuti e tutela delle acque in Sicilia ed al sindaco Giancarlo Garozzo. Proprio a quest’ultimo, Bonafede, ha chiesto, previo sopralluogo in sito con tecnici comunali, di convocare già entro il mese di settembre 2015, un tavolo tecnico con tutti gli enti in indirizzo, propedeutico a valutare la fattibilità dell’iniziativa.

A causa della mancata pulizia dei fondali, infatti, persino le imbarcazioni di piccolo cabotaggio incontrano serie difficoltà nella navigazione. Pescherecci e battelli sono praticamente costretti a procedere a pelo d’acqua per evitare che la chiglia possa incontrare le dune che affollano, ammassate, il fondale.

“É urgente – spiega il consigliere comunale Bonafedepredisporre un intervento di pulizia e dragaggio per evitare futuri problemi a chi si sposta sul mare da e verso il porto piccolo, nella considerazione che spesso si tratta di gente che vive di mare e solo talvolta di diportisti. Si potrà cosí tutelare al meglio l’incolumità dei soggetti operanti in mare e al tempo stesso evitare il sorgere di onerosi contenziosi per danni a mezzi o persone”.

“Vi é poi – aggiunge Bonafedel’ulteriore considerazione che, al fine di incentivare la marineria siracusana per rilanciare la navigazione e il traffico marittimo in quell’area per molti anni dimenticata, per migliorare l’intero contesto del canale tra il porto grande e il porto piccolo di Siracusa, andrebbe predisposto un complessivo progetto di riqualificazione anche per l’area a terra e degli ormeggi sul versante di Riva Forte Gallo”.

Il consigliere Bonafede suggerisce ancora un ulteriore intervento relativo ai lavori di ripristino della banchina nei due diversi segmenti esistenti e purtroppo attualmente soggetti al dissesto. Secondo il consigliere, attraverso la posa in opera di diversi bitte, la banchina, ancora danneggiata dopo i lavori di rimozione del ponte dei Calafatari e dunque non usufruibile alla sicurezza ed alla stabilità dell’intera zona di Riva Forte Gallo, potrà finalmente tornare a svolgere la piena funzionalità attraverso diversi punti di ormeggio da destinare al pubblico utilizzo.

“Ma per poter concepire il disegno complessivo riguardante quell’area – prosegue Bonafedeoccorrerà anche, al fine di evitare smottamenti e cedimenti del terreno, procedere con intervento di  messa in sicurezza tenendo conto della massa e dei materiali presenti nonché della collocazione topografica rispetto alle correnti del canale verso il porto piccolo”.

“Tutto ció – conclude il consigliere comunale Bonafedeconsentirebbe la navigazione e l’attracco a pescherecci che in inverno a causa del mal tempo si vedono costretti a tutt’oggi a cercare riparo in posti non consoni. Se poi davvero si potesse arrivare alla sistemazione dell’area a terra, in gran parte di pertinenza del Comune di Siracusa, si potrebbe dare l’opportunità di realizzare strutture precarie destinate al turismo e all’informazione”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: