ULTIM'ORA

Siracusa, la Fiera dei Morti da Ortigia a Santa Panagia


fiera dei morti siracusa timesNews Siracusa: cambia sede la Fiera dei Morti. Il mercato organizzato ogni anno nella settimana in cui si commemorano i defunti sarà trasferito fuori Ortigia. Già quest’anno si terrà tra via Sant’Orsola, viale dei Comuni e via Giarre, nel rione Santa Panagia ma nel 2017 sarà individuata una sede definitiva. A queste conclusioni hanno portato la riunione di stamattina voluta dall’assessore alle Attività produttive, Gianluca Scrofani, che ha incontrato i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti e delle circoscrizioni Ortigia, Tiche e Akradina.

“Una decisione – afferma l’assessore – che soddisfa principalmente due esigenze: rispettare la naturale vocazione turistica di Ortigia, salvaguardando la fruizione del patrimonio storico e monumentale; rilanciare una fiera che negli ultimi anni registrava un calo in termini di pubblico, commercianti e volume d’affari”.

“Ortigia nei prossimi giorni sarà interessata da modifiche sulla Ztl e sulla mobilità – e dunque sui parcheggi – per cui è diventato necessario non occupare spazi che potrebbero aumentare i disagi  a chi vive nel centro storico o vi si reca per trascorrervi qualche ora”.

“La fiera – spiega l’assessore Scrofani – si terrà dal 28 ottobre al 2 novembre. Avevamo pensato di tenerla in piazza Sgarlata ma tale ipotesi è stata scartata perché si sarebbe accavallata con il mercato settimanale del mercoledì e avrebbe causato danni ad altri ambulanti. Tutti assieme, allora, abbiamo condiviso l’individuazione l’area tra via Sant’Orsola e viale dei Comuni, scelta che ci permetterà di dare spazio ai giostrai e di assicurare l’apertura serale del vicino mercato di via Giarre. L’obiettivo  che cerchiamo sempre di perseguire, in una più ampia visione di servire i quartieri periferici, è di trovare – conclude l’assessore Scrofani – spazi per mercati idonei e coerenti con il contesto urbano tenendo conto delle esigenze degli ambulanti e degli utenti”.

“L’incontro di stamattina è stato una chiara dimostrazione di collaborazione tra uffici competenti, organi politici e associazioni di categoria interessate. La disponibilità al dialogo dell’assessore alle Attività produttive e la sinergia dei presenti spero sia un solido punto di partenza per la creazione di nuovi eventi e di sviluppo per la città di Siracusa. È per noi motivo di enorme tristezza non poter godere in Ortigia della tradizionale Fiera dei Morti, ma purtroppo quest’anno è impossibile ospitare gli operatori dell’evento. Da un lato la nuova Ztl con le relative problematiche di viabilità e di parcheggio per i non residenti, dall’altro la vivibilità e, soprattutto, la sicurezza dei residenti. Vero è che il vittorioso Mondiale di canoa polo è stato un test brillantemente superato, ma pressare ulteriormente i cittadini credo non sia giusto, e quindi ci troviamo costretti per quest’anno a cedere la location per la Fiera dei Morti. Ci auguriamo che il nuovo spazio individuato, molto più ampio e più facilmente raggiungibile, possa dare nuovo lustro  alla tradizionale ricorrenza. Negli ultimi anni, come Circoscrizione, abbiamo studiato e fatto di tutto per trattenere la Fiera, ma per quest’anno, purtroppo, non vi era nessuna strada percorribile, nessuna soluzione o alternativa se non quella di spostare l’evento in un altro quartiere”: ha affermato Raffaele Grienti, rappresentante della circoscrizione Ortigia.

 “Sono felice della decisione presa. Nell’interesse del mio quartiere, spero in una buona riuscita dell’iniziativa, che può aiutare tutte le attività commerciali della zona, e il mio impegno sarà per una partecipazione quanto più vasta possibile. Grazie all’assessore Scrofani che ha consentito il percorso: sono certo che si impegnerà per il successo della fiera in questa nuova sede”: ha detto Alberto Ciccullo, presidente della circoscrizione Tiche.

 “La soluzione individuata con il concorso di tutti mi trova decisamente favorevole. Bene fa l’Amministrazione e valorizzare la zona alta delle città, quella più lontana dal centro storico che è il polo di attrazione dei siracusani e dei visitatori. L’area scelta, inoltre, ha il merito di essere facilmente raggiungibile dagli altri quartieri e, dunque, non dovrebbero essere conseguenze sul traffico”: ha commentato Paolo Bruno, presidente della circoscrizione Akradina.

Anche Il presidente della terza commissione consiliare Giuseppe Impallomeni, in rappresentaza della stessa, manifesta la sua soddisfazione per quanto stabilito questa mattina. “Lo spostamento per noi della terza commissione dopo un’attenta analisi, era diventato indispensabile per consentire il rilancio della fiera, ormai poco funzionale e sempre meno attrattiva per i visitatori. Soddisfazione anche per l’attenzione che è stata  data ai quartieri periferici, nel rispetto delle esigenze dei commercianti”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: