ULTIM'ORA

Siracusa: la Casa Circondariale di Cavadonna esempio per la raccolta differenziata


cavadonnaResized-WSLUUNews Siracusa: innovazione, civiltà e giustizia si sono fusi insieme al rispetto per l’ambiente, dando vita ad un mix prorompente. Questo è quanto accaduto con il progetto ambientale sulla corretta gestione dei rifiuti presso la Casa Circondariale di Cavadonna, finalizzato al reinserimento nella società civile e lavorativa contemporanea di detenuti, così sensibilizzati alla tematica ambientale. Un’iniziativa unica relativa al progredire dello sviluppo sostenibile, in un settore talmente delicato come quello carcerario, che ha permesso il coinvolgimento in questa encomiabile iniziativa di tutta la comunità, personale della casa circondariale e familiari dei detenuti compresi.

Tale progetto di raccolta che ha portato ad una riduzione quasi totale dei rifiuti indifferenziati, è stato avviato nel giugno del 2010 dalla Direzione della struttura carceraria, prima con la Dott.ssa Angela Gianì e poi con la Dott.ssa Angela Lantieri, servendosi della Cassa delle Ammende come fonte di finanziamento.

Dopo una formazione iniziale per tutti i detenuti coinvolti nel progetto, sono stati distribuiti all’ interno di ogni cella tre tipi di sacchetti di diversi colori, poi ritirati e trasferiti nei cassonetti adibiti alla raccolta della plastica, carta e rifiuto organico, situati all’ ingresso della struttura detentiva.

La “Raccolta Mono-Materiale”, cosi denominata questo particolare tipo di raccolta differenziata, assicura minori scarti da avviare allo smaltimento, ottenendo frazioni differenziate che possono essere destinate al riciclo senza ulteriori processi d lavorazione. Si è cosi realizzata un’autosufficienza della raccolta differenziata, della selezione degli imballaggi recuperabili  e, per quanto concerne la frazione organica, l’avviamento del compostaggio di comunità. Nell’ambito delle iniziative delle “Buone pratiche del Comune” l’assessore alle Politiche ambientali, Pietro Coppa, e l’esperto del Sindaco, Emma Schembari, giovedi 19 marzo alle ore 9, incontreranno presso la Casa circondariale di Siracusa, Angela Lantieri, direttore della struttura.

“Un esempio di buone pratiche – ha dichiarato l’assessore Coppa – che intendiamo continuare e cercare di valorizzare ulteriormente. L’incontro di giovedì servirà infatti ad individuare altre ed eventuali azioni condivise tra il Comune e la Casa circondariale”.

Quanto avverrà Giovedì 19 Marzo rappresenta infatti un punto di condivisione dei successi con l’Amministrazione Comunale che ha fatto dello sviluppo sostenibile del territorio un proprio preminente obiettivo: dopo quasi 3 anni sono stati raccolti in modo differenziato  circa 14.000 kg di plastica e circa 28.000 kg di carta e cartone!

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: