ULTIM'ORA

Siracusa, Istituto musicale Privitera: venerdì il pianista coreano Shin Bi, domenica il chitarrista aretuseo Cappellani


privitera - siracusatimesNews Siracusa: doppio appuntamento questa settimana con i concerti dell’Associazione “Guardo”: venerdì con il pianista coreano Shin bi, e domenica con il chitarrista siracusano Marcello Cappellani. Ambedue gli appuntamenti si svolgeranno nei locali dell’Istituto Musicale “Privitera” alle ore 19.

Shin Bi è nato nel 1991 nella Corea del Sud.  Nel 2006  si trasferisce in Russia e prosegue gli studi musicali   presso  l ‘Academic Music College dello Stato del Conservatorio Tchaikovsky  di Mosca con il Prof. Igor Goldenberg e Tatiana Nikolaevna. Quindi ha studiato in Germania con il prof. Sorin Enachescu ed Elena Lapitskaya.     Shin Bi  ha vinto numerosi concorsi  tra cui primo premio al ‘concorso di musica della Corea’ , il terzo premio al Concorso Internazionale di pianoforte KIPA in Corea del Sud.  Nel 2015 ha vinto  il 1 ° premio assoluto al Concorso Internazionale Amigdala dove è stato anche insignito del premio  “G.Raciti “ per il miglior solista in assoluto. Molto interessante il programma proposto, con tre epoche diverse a confronto: il barocco di Bach, con le opere clavicembalistiche Fantasia cromatica e fuga e l Partita n.1, il romanticismo di Liszt e Chopin, ed il novecento di Prokovieff.

Domenica sarà invece la volta di Marcello Cappellani, noto chitarrista siracusano dal curriculum già molto importante, con primi premi in Concorsi Internazionali  concerti in prestigiose sale concertistiche  italiane ma anche estere (diverse tourneè in Spagna, Germania, Romania e  Messico) dopo i quali ha ricevuto entusiastiche manifestazioni di apprezzamento per la qualità del suo suono e delle sue  interpretazioni. Impegnativo il programma scelto per l’occasione, la monumentale Ciaccona di Bach, la virtuosistica Rossiniana n.1 di Giuliani, la funanmolica Tarantella di Castelnuovo Tedesco,  la Catedral di Barrios (uno dei pezzi più noti tra quelli scritti per chitarra) e le struggenti Canzoni Catalane di Llobet.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: