ULTIM'ORA

Siracusa. Inversioni pericolose in viale Paolo Orsi, una barriera per contrastare gli incivili in auto


barriera viale paolo orsi -siracusatimesNews Siracusa: all’indisciplina non c’è limite e il rischio di incidenti rimane alto, altissimo. Accade in viale Paolo Orsi, in prossimità dell’incrocio, noto ai siracusani per essere luogo di incidenti, sempre più spesso mortali. Non sono mancate le richieste di messa in sicurezza della strada che ha visto morire due giovani in questi ultimi mesi, tra cui Stefano Pulvirenti (LEGGI QUI). Prima la sperimentazione di una rotatoria, ben presto bocciata e sostituita da uno spartitraffico (LEGGI QUI). La rotatoria, inaugurata nel dicembre 2015, infatti, ha garantito maggiore sicurezza ma causato grossi rallentamenti al traffico, risolti in maniera definitiva, a parere del settore mobilità. Non è passato molto tempo da quest’ultima misura dissuasiva e per la sicurezza, che gli automobilisti hanno trovato il modo, ancor più pericoloso, di aggirarla.

Gli automobilisti, infatti, effettuano un’inversione a “U” compiendo una manovra azzardata, pericolosa per sé e per gli altri: anziché superare l’incrocio e percorrere la rotatoria successiva per invertire il senso di marcia, aggirano lo spartitraffico accedendo in maniera pericolosa in quel maledetto incrocio. Il Comune di Siracusa, dopo le numerose segnalazioni e sotto richiesta di A.I.F.V.S. (Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada onlus) ha installato, a partire da questa settima, una barriera (i cosiddetti “panettoni”) che impedirà così agli automobilisti indisciplinati di compiere gesti azzardati, che possono costare anche la vita loro e degli altri. Un’importante decisione dell’assessore alla mobilità Dario Abela, una piccola protezione che può fare la differenza.

Le svolte imprudenti erano state già segnalate, come spiega  Mirella Abela, responsabile dell’A.I.F.V.S. “Per quanto riguarda il viale Paolo orsi non è ancora ultimato il progetto di sicurezza dell’uscita automezzi dal nuovo varco dell’area privata dove insiste una rivendita di materiali edili”. 

L’inversione di marcia a “U” è una manovra rischiosa e inutile, ma gli automobilisti molto spesso sono stanchi di seguire le regole e seguire correttamente il senso di marcia. Gli imprudenti preferiscono tagliare a sinistra per non percorrere la strada ufficiale, adesso però quella barriera lo impedirà, per far rispettare il codice della strada e forse, salvando anche una vita.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: