ULTIM'ORA

Siracusa, inquinamento. Sabato, a Priolo, terza tappa della campagna promossa dal gruppo “Basta Veleni nel quadrilatero della morte”


News Siracusa: sabato 13 gennaio, approderà a Priolo, terza tappa della protesta non violenta di sensibilizzazione contro l’inquinamento industriale nel siracusano, il gruppo di “Basta veleni nell’aria a Siracusa, Priolo, Melilli ed Augusta”.

In collaborazione con le associazioni ambientaliste e di tutela della salute del territorio e soprattutto con l’indispensabile apporto dei liberi cittadini, stanchi di essere ammorbati da miasmi insopportabili, lontani dagli interessi dei partiti e immunizzati da velleità politiche, i promotori della manifestazione attraverseranno le vie della cittadina a nord del siracusano per chiedere al sindaco ( o a chi in questo momento svolge le sue funzioni politico-amministrative) di mettere in campo tutte quelle iniziative per contrastare il rilascio di emissioni inquinanti da parte delle aziende del petrolchimico, per salvaguardare la Salute, unico patrimonio da tutelare, con ogni mezzo messo a disposizione dalla legge.

L’obiettivo è quello di non abbandonarsi ad una logica fatalista e di impegnarsi affinché si inizi a monitorare l’attività dei colossi industriali, prendendo in caso di omissioni o sforamenti immediati e severi provvedimenti, che fungano da deterrente.

Inoltre, altro traguardo che il gruppo si prefigge di raggiungere è quello di veder riconosciuto e rubricato il reato di “omicidio colposo industriale”, per perseguire penalmente chi oltraggia la vita con politiche industriali che contribuiscono ad alimentare l’inquinamento atmosferico, che incide sull’epidemiologia oncologica del quadrilatero aretuseo, non a caso definito della morte, per l’alto tasso di morti di cancro che ogni anno si registra.

A parte l’eccezione fatta ad Augusta, dove un coro spontaneo di manifestanti, ha invitato con un improvvisato ritornello la gente a scendere in piazza e a  dire Stop a quei tanfi agli idrocarburi avvertiti nel centro urbano, questo corteo si svolgerà in silenzio. Non sono ammesse contaminazioni e infiltrazioni politiche.

Chi vorrà unirsi al gruppo lo dovrà fare a titolo personale, senza esibire striscioni o bandiere che facciano riferimento a partiti o movimenti o liste civiche. La manifestazione è neutra e neutrale, come tengono a ribadire i promotori e mira solo a raggiungere una qualità della vita ottimale.

Il programma prevede il raduno alle 15.00 al PalaEnichem, da lì ci si muoverà attraversando la cittadina fino a giungere davanti la sede del Municipio priolese.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: