ULTIM'ORA

Siracusa, indagini sugli asili nido. Garozzo contro Crocetta: “costretto a raccontare bugie”


garozzo-crocetta-siracusa-timesNews Siracusa: “Davvero penoso il presidente di una grande regione come la Sicilia costretto a raccontare bugie per darsi la credibilità persa con gli atti compiuti in questi anni”. Così il sindaco Giancarlo Garozzo replica alle dichiarazioni rilasciate dal presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, intervenuto poco dopo la notifica degli avvisi di garanzia a Giovanni Cafeo ed Alfredo Foti (leggi qui).

Giovanni Cafeo, secondo quanto dichiarato dal presidente della Sicilia, sarebbe stato per ben due volte ad un passo dall’ingresso nel governo Crocetta, ma fu lo stesso governatore della regione ad opporsi al nome dell’attuale capo di gabinetto del sindaco Garozzo.

“Nè io né l’onorevole Faraone abbiamo mai proposto Giovanni Cafeo per un posto di assessore regionale. È un’affermazione palesemente falsa – ribatte il sindaco Garozzo – ma siamo ormai da tempo abituati a vedere un presidente, che dovrebbe rappresentare una delle più grandi regioni italiane, strumentalizzare indagini che non lo riguardano, né direttamente né indirettamente, per vestire i panni del moralizzatore. Dell’imbroglio il presidente Crocetta ha fatto una virtù e un’arma politica, ma è una strategia di corto respiro perché il suo fallimento è sotto gli occhi di tutti, a partire dai siciliani che piangono le conseguenze del suo governo”.

“Vero è che Crocetta è un rottamatore – conclude Garozzo ma purtroppo per noi della Sicilia e non della vecchia politica”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: