ULTIM'ORA

Siracusa, in aumento il consumo di droghe tra i giovani. Il Comandante Grasso: “puntare sulla prevenzione”


droga carabinieri - siracusatimes

Immagine di repertorio

News Siracusa: proseguono i quotidiani controlli dell’Arma dei Carabinieri finalizzati al contrasto dei reati in materia di stupefacenti. Anche nella decorsa nottata, i militari dell’Arma hanno proceduto a segnalare alla Prefettura di Siracusa tre assuntori, di età comprese tra i 20 ed i 30 anni, trovati in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente del tipo cocaina, hashish e marijuana per uso personale. A Priolo Gargallo, i Carabinieri della locale Stazione, supportati dalle unità cinofile dei Carabinieri di Nicolosi, hanno deferito in stato di libertà un giovane 24enne, G.M., con precedenti specifici, trovato in possesso di quattro dosi confezionate di marijuana per complessivi quattro grammi, immediatamente fiutate dal cane antidroga dell’Arma. Il giovane dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questi ultimi risultati operativi non fanno che confermare quanto emerge dalla quotidiana attività di contrasto allo smercio di sostanze stupefacenti svolta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa sull’intero territorio. Il fenomeno è infatti in recrudescenza nelle fasce d’età più giovani ed in provincia è possibile reperire facilmente cocaina, marijuana, eroina, hashish e droghe sintetiche come l’ecstasy. Comparando i dati dei primi otto mesi del 2015 con l’analogo periodo dell’anno in corso si evidenzia un incremento del 46 % delle persone tratte in arresto dai Carabinieri per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, ad oggi ammontanti a 117, mentre si attesta al 29% l’incremento dei soggetti deferiti all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per la medesima fattispecie di reato, complessivamente 53.

Le operazioni di servizio condotte in questi primi otto mesi dell’anno hanno consentito il sequestro di quasi otto chili di marijuana, diciotto di hashish, 1.526 pasticche di ecstasy, 5 chili di cocaina, 30 grammi di eroina e circa un centinaio di piante di canapa indiana in avanzato stato di maturazione; quantitativi ingenti, nettamente superiori ai rispettivi dell’anno precedente. Ad un’offerta elevata corrisponde una domanda elevata ed infatti il numero di persone indicate quali assuntori alla Prefettura di Siracusa raggiunge le 200 segnalazioni ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90.

Di questi segnalati, la gran parte è ricompresa nella fascia d’età dai 15 ai 35 anni ma il dato ancor più tristemente significativo è che i giovanissimi, ovvero i minorenni, non si limitano più a comparire tra i consumatori di stupefacenti ma divengono con maggior frequenza parte attiva nello smercio della droga. Sono infatti già una decina i minorenni arrestati e denunciati in questi otto mesi per attività di spaccio nella provincia, contrariamente ad una sola denuncia nell’anno 2015.

Questo dato allarmante si affianca sovente alla piaga del consumo di alcolici da parte dei minorenni, altro settore su cui è costantemente concentrata l’attenzione dei Carabinieri di Siracusa, impegnati sul piano preventivo in numerose campagne di sensibilizzazione sui temi delle devianze giovanili condotte nelle scuole di ogni ordine e grado e nei centri di aggregazione, coinvolgenti anche i genitori per un proficuo scambio dialogico, in primis si ricorda la manifestazione “Alza la testa…non il gomito!”; sul piano repressivo, con una capillare azione di controllo del territorio, particolarmente accentuata nei mesi estivi con servizi mirati nelle mete del divertimento a più alta densità turistica e giovanile fra cui va certamente annoverata Marzamemi, ove da questa estate è attivo il Posto Fisso Carabinieri per consentire una diretta e costante presenza dell’Arma nella località.

Droga ed alcol nei giovani sono anche alla base della dispersione scolastica, dai numeri non trascurabili sul territorio, e costituiscono i presupposti per il potenziale inizio di un percorso criminale che può sfociare nella commissione di reati di criminalità comune, specie contro il patrimonio, o nell’inserimento di giovani vite tra le fila delle organizzazioni criminali.

Per queste ragioni il Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, a partire dall’imminente inizio del nuovo anno scolastico affiancherà a quelle già intraprese nuove iniziative, sia in campo sociale che sul piano prettamente di polizia, con lo scopo di conseguire nel contrasto alla droga risultati sempre più efficaci a tutela delle comunità e dei nostri giovani.

A riguardo si è espresso il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Siracusa, Colonnello Luigi Grasso“abbiamo posto, convinti, tra gli obiettivi prioritari della nostra attività, il contrasto agli stupefacenti, al consumo, alla detenzione, allo spaccio, alla coltivazione, a tutto ciò che di illecito orbita intorno a detto triste e dannoso fenomeno. L’interesse è quello del rispetto della legalità e della tutela della salute dei cittadini, specie dei più giovani che, sempre più spesso, si avvicinano a forme di devianza e di delittuosità. Continueremo anche in futuro sulla strada delineata puntando sulla prevenzione attraverso forme di sensibilizzazione e campagne divulgative”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: