ULTIM'ORA

Siracusa, immigrazione: un servizio di recupero e vigilanza nei siti storici “occupati” dai migranti


ronda-italiani-inmovimento-300x170

News Siracusa: Sono centinaia i migranti ad essere soccorsi una volta sbarcati sulle coste della Sicilia. Ma l’emergenza non finisce qui. Il dramma continua nelle città che accolgono i disperati, dove i centri non riescono a contenere l’esubero di extra-comunitari. Il capoluogo aretuseo soffre insieme ai migranti che sono costretti a vivere per strada, ricevendo , non sempre, l’aiuto e le attenzioni della comunità. Tra i tanti siti storici siracusani, ormai occupati da vere e proprie comunità di profughi, il Pantheon rappresenta, più di tutti gli altri, un punto di ritrovo per molti migranti, scelto probabilmente per la vicinanza ad uno dei centri Caritas e alla comunità parrocchiale che fornisce loro aiuto, tuttavia le condizioni igenico sanitarie sono pessime. Un disagio sociale per gli extra-comunitari ma anche per i siracusani e per i turisti di passaggio, le cui aspettative sulla città vengono probabilmente deluse.

Da questa sera saranno operative delle squadre di volontari dell’associazione Italiani in Movimento, che saranno impegnate nella pulizia dei siti storici siracusani “occupati” dagli extracomunitari. Oltre l’attività di recupero degli spazi, l’associazione aretusea precisa: “Segnaleremo ogni tipo di abuso, adesso basta il limite di sopportazione e’ stato superato. C’è un rischio socio-sanitario che dobbiamo risolvere al più presto. Le ronde sono pronte”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: