ULTIM'ORA

Siracusa: il settimo incontro verso “Spero 2020”, confronto su “Cultura e turismo”


francesco italia spero 2020 siracusa timesNews Siracusa: continuano le tappe di avvicinamento a “Spero 2020”, l’iniziativa organizzata dall’associazione “Tempi Nuovi” in programma  per i prossimi 6 e 7 giugno presso l’area “ex Spero” di via Elorina. L’incontro di oggi è stato il settimo di un percorso che parte proprio dal basso per ascoltare le esigenze di chi opera sul territorio ed elaborare così strategie di sviluppo.

Questa mattina nella sede dell’associazione Tempi Nuovi, si è discusso della possibilità ineludibile di sfruttare e quindi coniugare al meglio quei due strumenti che, certamente, potrebbero incentivare un sempre più consistente e celere sviluppo del territorio: la cultura ed il turismo. Operatori turistici e rappresentanti di associazioni culturali, coordinati dal vicesindaco di Siracusa Francesco Italia, si sono dunque oggi confrontati attivamente dando vita ad un dibattito ricco di spunti e soprattutto capace di far emergere ogni singolo punto di forza e di criticità inerente l’intero territorio.

Fondere insieme cultura e turismo potrebbe infatti permettere l’ottimizzazione di un territorio stracolmo di bellezze, forse mai pienamente valorizzate. Per infondere concretezza a tale possibilità sarà quindi necessaria la ricerca di una maggiore e sempre più proficua sinergia tra tutti gli operatori del settore.

“Non dobbiamo sempre e solo guardare al passato ma proiettarci verso il futuro – ha spiegato il vicesindaco Francesco Italia – per liberarci di quella sorta di sindrome da “figlio d’arte” di cui per lungo tempo siamo stati vittime”.

“Il nostro orizzonte, partendo dalla necessaria valorizzazione di competenze e professionalità, è una produzione culturale ad alto impatto sociale – ha continuato Italia, che riveste anche la carica di assessore comunale al Turismo e alle Politiche culturali – in cui formazione e innovazione rappresentano elementi caratterizzanti. A questo scopo bisogna spingere verso un maggiore coordinamento tra tutti gli attori attivi sul territorio nell’ottica della razionalizzazione delle competenze”.

L’incontro di oggi si è rivelato particolarmente produttivo di idee e indicazioni sentitamente proposte dagli operatori presenti. Dovranno infatti essere programmati ed elaborati progetti che possano combinare arte, cibo e turismo e sarà certamente necessario stilare una serie di punti sui quali lavorare in sinergia per la realizzazione di una rete permanente e stabile che possa consentire di procedere insieme verso un futuro, poi non così troppo lontano.

“Il percorso di avvicinamento a “Spero 2020”– ha infine entusiasticamente dichiarato il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo – sta registrando grande attenzione e partecipazione da parte di persone non direttamente collegate con la politica. Un aspetto, questo, che ci lascia molto soddisfatti perché lo spirito dell’iniziativa è proprio il coinvolgimento di tutto il territorio in un processo che attraverso il confronto individui i passi da compiere per lo sviluppo del territorio. La partecipazione registrata da questi incontri è anche il segno di un evento che comincia a creare attesa. Stiamo affrontando argomenti fondamentali per il futuro di tutti, a partire dai giovani, e anche da loro in questi primi passi verso “Spero 2020″ è arrivata una bella risposta per la loro attiva partecipazione ai nostri momenti di confronto”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: