ULTIM'ORA

Siracusa. Il mercato di Ortigia immortalato da una siracusana finisce sulla nota rivista Vogue


mercato di ortigiaNews Siracusa: uno scatto fotografico di un’autrice siracusana pubblicato sulla nota rivista di moda Vogue. E’ nella rubrica “PhotoVogue” che troviamo una delle foto dell’autrice, Raffaella Lombardo, che immortala un pezzo di storia della nostra città.

Non si tratta di un monumento, di un tempio o di un santuario, ma del mercato di Ortigia. Un luogo che racconta la vita e la storia del capoluogo aretuseo, per il folklore che si respira al suo interno. La folla, le grandi voci dei venditori, e poi i suoi prodotti: frutta, verdura, pesce, spezie e altro ancora. Colori e sapori unici, in un profumo che sanno di Mediterraneo. Antiche tradizioni fanno del mercato un mix di forte vitalità che suscita per chi vede la foto un’esplorazione sempre più profonda.

“La fotografia è la mia passione più grande – ci racconta l’autrice della foto, Raffaella –  e quando posso trascorro del tempo insieme con la mia fotocamera cercando nelle mie foto di far provare quelle emozioni che io stessa provo in quel momento. In merito allo scatto ho voluto raccontare una storia, così ho pensato di raccontare il mercato di Ortigia. Di quella foto in particolare mi ha affascinato la luce che vi era in quel momento è il silenzio che vi era pur essendoci delle persone che lavoravano”.

Nella foto, viene immortalato un semplice momento, il risveglio del mercato, le prime luci dell’alba con quelle dei banconi. Si dice che il trascorrere del tempo rimpicciolisce le cose, però il mercato di Siracusa non sembra perdere la sua grandezza in questa foto. Tra i banchi, una donna con la sua macchina fotografica, è riuscita a catturare l’istantanea di un rituale che da anni si ripete quotidianamente. Nulla o quasi è cambiato in questo luogo, che da sempre per i siracusani è il punto di riferimento per la spesa quotidiana.

Per vedere lo scatto “Prime luci del giorno al mercato di Ortigia” e le altre foto su Vogue (clicca qui).

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: