ULTIM'ORA

Siracusa: il latitante Giuseppe Stivala torna in città per salutare fidanzata e figli, arrestato dai Carabinieri


carabinieri5News Siracusa: Giuseppe Stivala era latitante dall’aprile di quest’anno, irreperibile sul territorio siracusa e nazionale poiché trasferitosi in Olanda. Quesro il quadro ricostruito dalla Procura della Repubblica di Siracusa e dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Siracusa che non hanno mai smesso di cercarlo. Ieri, il 46enne era rientrato a Siracusa per incontrarsi con la famiglia, è stato individuato e bloccato dai militari dell’Arma che gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa a marzo del 2015 in quanto ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I fatti risalgono a un’operzione dei Carabineri nel giorno di Ferragosto 2014. In quell’occasione un 44enne siracusano, incensurato, fu arrestato in flagranza dai militari che nella sua abitazione rinvennero 85 grammi di foglie di canapa indiana, due stecche di hashish e, occultati all’interno di un borsone nascosto in un armadio del terrazzino, 14 chili di hashish suddivisi in altrettanti panetti da un chilo l’uno.L’assenza di precedenti a carico dell’arrestato, la notevole quantità di stupefacente detenuta, difficile da gestire per una persona novizia nel settore, nonché il luogo e la dinamica dei fatti, hanno convinto gli inquirenti a procedere ad un approfondimento investigativo delegato dalla Procura della Repubblica di Siracusa che ha permesso di comprendere come lo stupefacente fosse stato illecitamente detenuto dallo Stivala Giuseppe, unico ad occuparsi della successiva immissione sul mercato locale, e consegnato per la sola custodia all’altro soggetto arrestato. Inoltre, l’attività informativa condotta nelle fasi successive ha anche permesso di comprendere come lo Stivale, dopo un breve periodo in Calabria, si fosse definitivamente trasferito in Olanda, per svolgere saltuarie attività lavorative.

L’arresto. La sera scorsa, il passo falso di Stivala, la cui latitanza non sarebbe comunque durata a lungo essendo stata individuata la nuova dimora in Amsterdam e già avviato l’iter per il mandato di arresto europeo. Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa. Proseguono le indagini per capire se l’uomo abbia beneficiato di compiacenze e supporto logistico a Siracusa durante il suo periodo di irreperibilità. Secondo gli investigatori, infatti, Stivala apparterrebbe a un sodalizio criminale più ampio. Le indagini dei Carabinieri, proseguono.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: