ULTIM'ORA

Siracusa, il consiglio comunale dice no all’indagine su refezione e asili nido


palazzo vermexio---siracusatimesNews Siracusa: con 10 astensioni, 9 no e 3 sì, il consiglio comunale ha bocciato ieri sera la proposta di istituzione di una commissione di indagine sulla refezione scolastica e sugli asili nido avanzata dall’opposizione. Prima di sciogliersi per mancanza del numero legale (con conseguente chiusura della sessione), l’assise ha però approvato l’acquisizione di un basso di via Vermexio, alla Borgata, donato dalla famiglia Cantarella Barreca, stabile destinato a una loro figlia scomparsa in giovane età nel 2014. Non trattato, invece, il punto all’ordine del giorno dedicato alla modifica del regolamento sulle commissioni consiliari.

La seduta è iniziata proprio con la votazione della commissione d’indagine, che aveva già impegnato la riunione di  giovedì sera poi interrotta per mancanza del numero legale. A seguire l’attenzione si è concentrata sulla modifica del regolamento sulle commissioni consiliari, già all’ordine del giorno di una precedente sessione e il cui esame era stato interrotto dopo che erano già stati esaminati 8 articoli. Il dibattito è stato avviato da una proposta di rinvio, poi bocciata, avanzata da Elio Di Lorenzo, seguita da quella di Gianluca Romeo favorevole a rispedire il provvedimento agli uffici per una nuova formulazione. Si è trattato di un confronto accesso, con Di Lorenzo e Francesco Pappalardo protagonisti di un duro botta e risposta, e che si è concentrato sull’opportunità o meno di salvare il lavoro compiuto nella precedente sessione dando per approvati i primi 8 articoli del regolamento. Al termine del dibattito, il presidente Santino Armaro ha messo ai voti la proposta di Cristina Garozzo di partire dall’articolo 9 ma a quel punto in aula era rimasto solo il gruppo del Pd ragione per cui è mancato il numero legale.

Prima dell’epilogo, l’assise ha accolto all’unanimità (con immediata esecutività) la donazione della famiglia Cantarella Barreca. Il provvedimento è stato integrato con un atto di indirizzo illustrato da Alberto Palestro, che impegna l’Amministrazione a destinare lo stabile a sede della circoscrizione Santa Lucia e a intitolare un sito a Valeria Cantarella, titolare dell’immobile e morta prematuramente. Inoltre la commissione Urbanistica, presieduta da Antonino Trimarchi, ha vincolato il completamento della procedura alle verifica che il basso non “sia occupato da persone o cose”.

Favorevole all’atto di indirizzo si è detto anche l’assessore al Patrimonio, Gianluca Scrofani, intervenuto durante i lavori. “L’Amministrazione – ha detto – ringrazia la famiglia Cantarella Barreca per il nobile gesto compiuto nel nome della figlia. Anche l’atto di indirizzo è ben accolto perché dall’insediamento siamo impegnati ad abbattere la spesa per affitti di immobilo adibiti ad uffici comunali e questa decisione non può che trovarci favorevoli”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: