ULTIM'ORA

Siracusa: il consiglio comunale approva l’aumento della Tasi. L’aliquota passa al 2,7 per mille


consiglio

News Siracusa: il consiglio comunale, con il voto di maggioranza, approva aliquote Imu e Tasi. Sette ore di confronto, per decidere le sorti economiche del Comune. 

Per la Tasi, la proposta iniziale di incremento al 3 per mille del tributo sull’abitazione principale è stata contenuta al 2,7, ma è stata inserita una nuova aliquota del 3 per mille sugli immobili per attività economiche.

Tutte le modifiche sono frutto di due emendamenti, gli unici approvati, presentati dalla maggioranza. L’Imu base resta al 10,6 per mille e al 9,6 per i terreni agricoli. Per le abitazioni principali di lusso, e relative pertinenze, è prevista una detrazione di 200 euro. La nuova Tasi, nella misura del 2,7 per mille sullaprima casa, prevede due detrazioni: una di 30 euro, per ogni figlio a carico a partire dal terzo, e una in base alla rendita catastale secondo il seguente schema: 100 euro con rendita fino a 300 euro; 70 con rendita fino a 400; 50 euro fino a 500; nessuna detrazione per rendita superiore a 500. Resta immutata la Tasi dell’1 per mille sui fabbricati rurali a scopo strumentale. Tutte le modifiche vanno conteggiate nel saldo che deve essere versato entro il 16 dicembre.

La seduta, iniziata alle 18.30 di ieri, si è conclusa poco prima dell’1.30 dopo una lunga serie di interventi, discussioni e polemiche varie. In aula sono rimasti presenti oltre venti consiglieri.

Si tratta di un aumento più contenuto rispetto a quanto era stato annunciato: il documento elaborato dalla giunta, infatti, prevedeva un aumento medio del 25%, mentre l’aliquota è stata ritoccata del 18% circa. Perchè l’aumento, spiega il ragioniere generale del Comune, corrisponde ad un atto necessario, poichè l’ente non può rinunciare ad un solo euro se vuole avere i conti in regola.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: