ULTIM'ORA

Siracusa: il consigliere Milazzo chiede politiche concreti sulla promozione agricola del territorio


Massimo Milazzo

Avv. Massimo Milazzo, consigliere comunale Progetto Siracusa

News Siracusa: il consigliere di Progetto Siracusa, Massimo Milazzo chiede all’amministrazione comunale di aiutare concretamente le aziende agricole e alberghiere siracusane impiegando una parte delle risorse dell’imposta di soggiorno per ospitare a Siracusa  i buyers delle grandi catene di supermercati sia nazionali sia  internazionali durante i periodi della raccolta delle eccellenze dei nostri prodotti agricoli come ad esempio il “femminello” siracusano,  la patata “novella” siracusana, la  fragola di Cassibile,  le uve da moscato di Siracusa, al fine di fare visitare le aziende agricole produttrici e metterli in diretto contatto commerciale.

L’amministrazione comunale – dichiara il consigliere Milazzo –  e primi tra tutti l’assessorato al Turismo e quello alle Attività Produttive e all’Agricoltura, devono profondere ogni sforzo per pubblicizzare in campo nazionale ed internazionale le eccellenze dell’agricoltura siracusana e mettere in contatto i buyers delle catene di distribuzione alimentare con le nostre aziende agricole.

Spesso si dimentica – prosegue Milazzoche una grossa fetta dell’economia siracusana ruota attorno al settore dell’agricoltura; settore oggi in gravissima difficoltà sia per la congiunturale crisi economica che attanaglia il nostro Paese sia per l’assalto dei prodotti provenienti da altri paesi con manodopera più a buon mercato.

L’idea è allora di aiutare l’agricoltura siracusana facendo conoscere l’impareggiabile qualità dei suoi prodotti con lo splendido contesto paesaggistico in cui essi sono coltivati.

Per far ciò – dichiara Milazzo –  non basta partecipare alle fiere nazionali ed internazionali di settore, ove si è confusi tra tanti partecipanti provenienti da ogni dove. Occorre, anche, innovare ed invitare a soggiornare a Siracusa e a visitare direttamente le locali aziende agricole i responsabili degli uffici acquisti delle catene di supermercati di dimensione nazionale e internazionale durante i periodi della raccolta del limone “femminello siracusano”, della patata “novella” di Siracusa, della fragola di Cassibile, delle uve da moscato di Siracusa.

Il Comune deve promuovere ed incentivare il contatto tra buyers delle catene alimentari e aziende agricole aretusee ospitando a sue spese i primi  negli alberghi cittadini previa apposita e congrua convenzione con gli albergatori  interessati all’iniziativa, che può essere finanziata con una parte dei proventi dell’imposta di soggiorno.

Oltre tutto i suddetti periodi di raccolta coincidono con la bassa o medio-bassa stagione turistica e ospitare, a spese del comune, questo pubblico di specialisti della distribuzione commerciale dei prodotti ortofrutticoli significa aiutare anche le  aziende alberghiere di Siracusa. 

Sto lavorando al riguardo  – conclude Massimo Milazzoad un atto di indirizzo da sottoporre al Consiglio Comunale, certo che ove i buyers entrino nelle nostre aziende agricole non potranno che essere vinti dal gusto e dalla qualità dei nostri prodotti e li acquisteranno”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: