ULTIM'ORA

Siracusa, il consigliere Castanino sul Servizio Idrico: “esigo chiarezza dall’Amministrazione”


Salvatore Castagnino Siracusa TimesNews Siracusa: servizio idrico. Il consigliere comunale Salvo Castagnino del gruppo Siracusa Protagonista con Vinciullo, ha depositato un’interrogazione per capire la situazione attuale, a seguito di un atto d’indirizzo approvato il 30 settembre 2015 in aula consiliare in cui dava mandato all’amministrazione di attivare tutte le procedure per far si che il servizio di gestione idrica passasse sotto il controllo diretto dell’Ente. “In virtù della poca chiarezza che emerge – dichiara Castagnino – deposito un’interrogazione proprio per far luce su un’amministrazione poco trasparente su un fatto di rilevante importanza come quello della gestione del servizio idrico che era in gestione ai privati”.

“ In quel caso – prosegue il consigliere di opposizione – si parlava di un atto chiaro che dava mandato all’amministrazione di procedere con una gestione diretta del servizio idrico. Gestione che a Solarino è già stata costruita a differenza di Siracusa dove, ad oggi, non ha prodotto nessun effetto. Voglio capire le procedure scelte dall’amministrazione per far si che quell’atto d’indirizzo del consiglio comunale e quindi della città, rappresentata nell’aula consiliare, ha voluto portare avanti”.

“Ricordo che il mio atto d’indirizzo – continua Castagnino – fu approvato in aula e conseguentemente, questa amministrazione, avrebbe dovuto attivare tutte le procedure necessarie per evitare di mantenere un servizio in gestione privata”.

“Non vorrei che questa amministrazione non abbia attivato nessuna procedura – conclude Salvo Castagnino – solo per portare avanti una gestione privata che è già contestata nella metodologia di assegnamento in prima fase, con l’Agenzia Nazione Anti Corruzione che ha avviato gli opportuni controlli acquisendo già le carte. Esigo chiarezza su quello che è il servizio di gestione idrica e su quello che sono le attività portate avanti per rispettare una delibera di consiglio comunale che ha valore di atto pubblico e legale rispettando la volontà dei cittadini”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: