ULTIM'ORA

Siracusa: il Comune salda la prima rata con la società “PortoSiracusa”, intanto proseguono i lavori alla Marina


porto grande siracusa times

News Siracusa: per il trasferimento dei 93 cassoni, nel Porto Grande il Comune di Siracusa ha versato una prima rata di 1 milione di euro (una di tre) alla società consortile “Porto Siracusa”. Il pagamento rateizzato è in linea all’accordo siglato dall’amministrazione aretusea con l’impresa che si è occupata del trasporto di quei cassoni soggeti prima a sequestro e poi dissequestro. Un periodo di tempo che costa caro alla Società “Porto Grande” e che viene ripagato proprio dal Comune di Siracusa.

I fatti realativi al sequestro dei cassoni e del cantiere di lavoro risale nel 2010, con l’intervento della Procura e le successive perizie sui manufatti di cemento armato “anomali” prima e poi risultati a norma.

Da questo primo versamento, seguiranno altre tre pagamenti, fino all’ultima rata da effettuare a dicembre 2017, per un totale di 4,4 milioni di euro. Il piano di pagamento prevede la prossima scadenza per dicembre 2015, con un altro milione e 100 mila euro da versare alla società consortile. Entro i 12 mesi successivi, ancora un milione e 100 mila euro e, infine, la restante parte, pari a un milione 180 mila euro sarà liquidata entro il 2017.

Ma la questione non è così semplice. Infatti, il Comune sta provvedendo, mediante avvocati, alla realizzazione di una richiesta danni da inviare a sua volta presso il Ministero della Giustizia, responsabile in primis per l’equivoco sull’indagine delle “irregolarità” dei cassoni.

Pagamenti e responsabilità a parte, vanno avanti i lavori di riqualificazione della banchina della Marina del Porto Grande. Un progetto che, dal canto suo, prevede investimenti per circa 30 milioni di euro. Le operazioni di riqualifica dovrebbero concludersi entro il 31 dicembre 2015, mentre per il prossimo maggio il cantiere dovrebbe chiudere i lavori alla Marina.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati:

[phone]
[/phone]