ULTIM'ORA

Siracusa: ieri flash – mob contro ogni forma di violenza e pregiudizio organizzato dall’Arcigay


flashmob arcigay siracusa siracusa times

News Siracusa: si è celebrata ieri in tutto il mondo si è celebrata il Transgender day of remebrance (TDOR), giornata commemorativa in ricordo delle vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia).

L’associazione Arcigay Siracusa, in collaborazione con gli Studenti Medi di Siracusa e Arcigay Catania, hanno dato vita ad un flash-mob intitolato “Ci siamo anche noi” contro ogni forma di violenza e pregiudizio.

Il flash-mob si è svolto in due momenti: in P.zza Duomo e in una via del centro d’Ortigia. I simboli identificativi del flash-mob sono stati l’utilizzo di maschere bianche truccate a delineare il make-up dei trans evidenziando un’identità velata, molte volte sofferta e un cartellone con su scritte parole denigratorie, proprio ad evidenziare il ribrezzo, l’odio e il pregiudizio della società nei confronti dei trans e le candele accese in segno di cerimonia commemorativa.

Il flash-mob si è concluso con un urlo liberatorio “Noi ci siamo” proprio a dimostrazione che i trans esistono e lottano per i propri diritti, per vivere una condizione sociale equa.

“L’obiettivo della manifestazione- dichiara Armando Caravini (Presidente Arcigay Siracusa)– è stato centrato. Si è voluto sensibilizzare l’opinione pubblica a riflettere sull’omotransfobia. I pregiudizi continuano ad esistere anche perché si associa la transessualità alla prostituzione, cosa non sempre vera. Riteniamo che la collaborazione con la Rete degli Studenti Medi sia stato un momento valido per un confronto costruttivo”.

“La scuola è il luogo in cui il cittadino si forma e accresce la propria coscienza – conclude Marco Blandini Presidente della Rete degli Studenti Medi- insegnare la diversità è una ricchezza fondamentale che non va discriminata”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: