ULTIM'ORA

Siracusa. I sindacati Flai, Fai e Uila intervengono sui lavoratori forestali


forestali - siracusatimesNews Siracusa: superata la difficile e delicata situazione dei lavoratori Forestali della nostra provincia, infatti, i lavoratori del settore Manutenzione non ricevevano le relative spettanze dallo scorso mese di dicembre, ma da qualche giorno la situazione si è sbloccata anche con l’apporto politico della deputazione siracusana presente al Parlamento Siciliano e successivamente ad un incontro tra i rappresentanti di Flai, Fai e Uila e il Dirigente Provinciale dell’Azienda Foreste, Nunzio Caruso.

La sollecitazione all’incontro di Domenico Bellinvia, Giuseppe Linzitto e Gianni Garfì ha prodotto un buon risultato, infatti, nonostante qualche perplessità abbia avuto il dirigente a seguito di un incontro avuto nei giorni scorsi con il direttore regionale Felice Bonanno, in merito all’operatività di applicazione del D.L. 50 sui pubblici appalti, si è concordato di poter dare corso ad un’altra massiccia tornata di assunzioni per tutti i 101 turnisti di entrambi i Distretti, per un numero di giornate presumibili pari a 40.

Le risorse di circa 1 milione e mezzo di euro per i viali parafuoco, utili per i progetti che saranno depositati a Palermo come progettazione preliminare, consentiranno anche di poter prolungare il contratto a tutti i 151 turnisti, assunti per 30 giorni con i residui del 2015. Per cui 405 Lavoratori potranno scendere complessivamente nei Cantieri della Forestale probabilmente a partire dal 10 Giugno prossimo in quanto, preliminarmente, dovranno essere espletate le procedure di selezione ai Recapiti del Collocamento e le visite mediche preventive.

Il dirigente provinciale dell’Azienda Foreste ha reso noto anche che erano stati assegnati allo stesso ente, circa 100 mila euro per i lavori straordinari di ripulitura delle erbacce presenti al Castello Eurialo di Siracusa, per cui per 30 giorni potranno accedervi 20 Lavoratori appartenenti al Recapito di Siracusa, in modo tale da poter abbattere i costi del carburante.

“Ovviamente l’esito della riunione non può che renderci moderatamente tranquilli visto che poco più della metà della forza lavoro della Manutenzione sarà concentrata nei cantieri; vigileremo – affermano Bellinvia, Linzitto e Garfìaffinché non appena arriveranno altre risorse per i viali parafuoco, potrebbero essere assunti sicuramente da fine luglio in poi; i 151 macchinisti appartenenti al bacino dell’Antincendio, una volta esauriti e completati i 30 giorni con l’Azienda, saranno licenziati in modo tale da poter concorrere alla selezione per l’avvio della campagna Antincendio che comunque durerà non oltre 101 giornate con probabile avvio per il 15 Giugno; abbiamo infatti già chiesto una riunione con l’Ispettorato per comprendere le modalità operative e logistiche del servizio Antincendio e viste le alte temperature che ci sono in questi giorni, spingeremo affinché si possa iniziare quanto prima possibile. Infatti nella zona montana si sono già registrati due grossi incendi che hanno lambito i demani in zona Costerotte a Buccheri dove sono intervenuti un Elicottero della Forestale Nazionale e un Canadair della Flotta Nazionale oltre che la Forestale a terra e i Vigili del Fuoco compresi alcuni volontari del posto e un altro incendio in zona Farina a Sortino dove la Forestale a terra e i Vigili del Fuoco hanno domato le fiamme dopo parecchie ore; non tralasciamo il fatto che già agli inizi di Maggio altri grossi incendi hanno colpito i territori di Noto, Buccheri e Siracusa: anche in questo caso, con l’ausilio dei mezzi aerei, è stato possibile spegnere i roghi.

Infine – hanno concluso i tre rappresentanti sindacali – abbiamo inoltrato una nota al Dirigente dell’Ufficio Provinciale del Lavoro per evidenziare come in altre province la presentazione della DID on line (Dichiarazione Immediata Disponibilità) avvenga con l’ultimo documento presentato in ordine di tempo se non si sono superati gli 8 mesi continuativi di lavoro infatti, questo adempimento che fino a qualche settimana fa, si faceva a livello cartaceo nei Recapiti del Collocamento, ora si impone la presentazione per via telematica direttamente dall’interessato ma siccome molti non hanno il pc o non hanno una buona dimestichezza, l’adempimento sta creando non poche difficoltà pertanto, ci auguriamo che si trovi una soluzione mediana con il Direttore dell’Ufficio Provinciale del Lavoro”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: