ULTIM'ORA

Siracusa. I Marines di Sigonella ripuliranno il Tempio di Zeus


Marines Siracusa Times

Un momento delle pulizie effettuate all’Arsenale Bizantino il 4 luglio 2015 a cura dei Marines e di numerose associazioni cittadine

News Siracusa: prosegue l’attività dei Marines della base militare di Sigonella, volta alla pulizia dei siti di interesse archeologico della città di Siracusa e non solo. Infatti, non è la prima volta che i leggendari fanti di marina USA  si rendono protagonisti della manutenzione straordinaria del patrimonio storico siciliano, offrendo servizi di volontariato presso numerosi siti storici sparsi in tutta l’isola tra cui il Tempio di Himera a Termini Imerese, il Castello Ursino, il Teatro Romano in piazza Stesicoro, il Teatro Greco Odeon, la Chiesa di San Nicolò l’Arena, le Terme Romane in piazza Dante, la strada romana del Monastero dei Benedettini di Catania, il Museo della Città di Aidone, in provincia di Enna, il sito archeologico di Morgantina, l’Ipogeo preistorico delle grotte Calaforno a Giarratana, in provincia di Ragusa. Il prezioso intervento dei Marines ha interessato anche Siracusa, infatti lo scorso 4 luglio associazioni cittadine e i militari americano hanno provveduto alla pulizia delle Terme Bizantine e dell’Arsenale Greco.

La loro attività non si è fermata in quella data, infatti, l’ultima iniziativa è prevista per mercoledì 17 per la pulizia straordinaria del Tempio di Zeus alla cui organizzazione hanno collaborato il Comune di Siracusa, l’Azienda Foreste Demaniali, l’Associazione Nazionale Carabinieri in pensione e l’associazione Sicilia Turismo per Tutti.

“Esprimo profonda riconoscenza  – dichiara Rosalba Panvini – per la sensibilità e la disponibilità con le quali i Marines collaborano con la Soprintendenza ai Beni Culturali di Siracusa, che ho l’onore di dirigere”.

Quella della mancata manutenzione ordinaria dei siti culturali è un tema di estrema attualità, sollevata, qualche giorno fa, anche dal consigliere di circoscrizione Akradina, Luigi Cavarra che lamentava lo stato di degrado in cui versa il parco del Museo Archeologico Regionale “Paolo Orsi”.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: